A Parigi Sara Errani e Roberta Vinci accedono al terzo turno!

Errani domina contro la Putintseva, rifilandole un doppio 6-1. La pugliese perde un set ma alla fine prevale con sicurezza

20130529-sarita780x525

Le porte del terzo turno si aprono per Sara Errani, che contro Yulia Putintseva va tranquilla come una rosa. Affronterà la tedesca Sabine Lisicki, testa di serie numero 32. Sul match, c’è poco da raccontare: tra le due ha prevalso l’intelligenza tattica della Errani, contrapposta al nervosismo ostentato in campo dalla Putintseva. La kazaka era partita bene vincendo il primo game in apertura, ma poi ne ha persi dieci di fila, fino al break del 5-1 (finale 6-1, 6-1). La prossima avversaria, Sabine Lisicki, in conferenza stampa ha detto di non vedere l’ora di sfidare la Errani, perché “questo è il genere di match e di giocatrice che mi piace affrontare!”. Vedremo chi sarà più contenta alla fine.

Roberta Vinci ha invece perso per la prima volta un set contro Galina Voskoboeva, ma la vittoria non è mai stata messa in discussione. La tennista pugliese approda così al terzo turno del torneo parigino e affronterà Petra Cetkovska, che a sorpresa ha eliminato la Pavlyuchenkova.

A parte il passaggio a vuoto che le è costato il secondo parziale, Roberta ha sempre avuto il controllo del match e nel set decisivo ha preso in mano subito le redini del gioco, senza più mollarle. La Voskoboeva, dall’alto del suo metro e 85, ha sparato potenti servizi e non ha avuto difficoltà fino al 4-4, quando ha ceduto la battuta a zero e mandato l’azzurra a servire per il set. Roberta non si è fatta pregare e con l’ultimo vincente di dritto ha sigillato il 6-4. Secondo set simile, deciso nel nono game, con la kazaka avanti 5-4. La Vinci è andata sotto 15-40 ma ha annullato il primo setpoint, sfruttando una risposta in rete dell’avversaria, ma al secondo tentativo la kazaka ha fatto centro con un potente lungolinea di diritto. Nel parziale decisivo la Vinci è tornata subito a comandare, portandosi avanti sul 3-1; vano il tentativo della Voskoboeva di accorciare le distanze. Avanti sul 5-2, la tarantina non ha trasformato il primo matchpoint (risposta vincente della kazaka) ma poi al secondo ha finalmente chiuso i conti (finale 6,4, 4-6, 6-2).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130424_TW@Pantupl

Alessandro Ceci

Sono laureato in Scienze della Comunicazione e ho collaborato con diverse testate nazionali, occupandomi di cronaca locale. Nel 2012 mi sono trasferito a Milano per completare la mia formazione. Da sempre appassionato di calcio, ho curato la pagina sportiva della redazione di Frosinone per “Il Tempo” di Roma. Nello stesso periodo ho collaborato con Tuttosport come corrispondente del Frosinone Calcio. Sono cresciuto a "pane e pallone", ma mi interesso di tennis, basket e volley. Su THE HORSEMOON POST scriverò di palle (calcio, tennis, basket e volley)...

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: