Tragedia in Formula 1: a Montreal è morto il commissario di pista schiacciato da una gru

Chinatosi forse per raccogliere la radio di servizio, è stato schiacciato dalla gru che stava rimuovendo la Sauber di Esteban Gutierrez. Elitrasportato al Sacré Coeur Hospital di Montreal, è morto in serata. La condoglianze della FIA

2013_F1_EVENT7_GP_CANADA-MARSHALL-DEAD_780X430

Il drammatico incidente verificatosi alla conclusione del Gran Premio del Canada ha avuto un epilogo tragico. «La FIA è addolorata di annunciare la morte di un operaio del circuito del Gran Premio di Formula 1 del Canada alle 18.02 (ora di Montreal)» recita un comunicato della Federazione Internazionale. Il trentottenne commissario di pista rimasto coinvolto nell’incidente è morto al Sacré Coeur Hospital, dove era stato elitrasportato in gravi condizioni.

Lo ha confermato la FIA. Malgrado gli sforzi fatti in circuito e il celere trasporto in ospedale, il povero addetto alla pista non ce l’ha fatta. Nel frattempo si va delineando la dinamica dell’incidente. L’uomo, forse chinatosi per raccogliere la radiotrasmittente di servizio caduta a terra, è stato schiacciato dalla gru che stava riportando ai box la Sauber-Ferrari di Esteban Gutierrez.

Subito erano scattati i soccorsi per il commissario «membro dell’Automobile Clud de l’Ile de Notre Dame» recita il comunicato diramato dalla FIA. «Stava aiutando a riprendere una macchina che si era fermata durante la gara» per riportarla in pit lane, ma al commissario «è scivolata la propria radio e ha tentato di riprenderla» conferma il comunicato della Federazione Internazionale, precisando che nel rialzarsi il commissario è stato «colpito e schiacciato dal mezzo di recupero (una gru, ndr)».

L’uomo, dopo il primo intervento al centro medico del circuito, è stato trasportato al Sacré Coeur di Montreal, dove è stato trattato in codice di emergenza dal dottor Ronald Dennis e dal dottor Jacques Bouchard, presso il dipartimento di traumatologia. «Sfortunatamente» afferma il comunicato «è morto a seguito delle conseguenze delle ferite».

«La FIA» conclude il documento ufficiale diramato pochi minuti fa «l’Automobile Club de l’Ile de Notre Dame e l’organizzazione desidera comunicare le loro più intime condoglianze alla famiglia e agli amici della vittima. L’identità dell’operaio non può essere rivelata in questo momento» precisa la Federazione.

L’uomo, di cui saranno rivelate le generalità lunedì, è il terzo commissario di pista o lavoratore a perire durante un Gran Premio di Formula 1 dal 2000. Nel settembre di quell’anno, infatti, a Monza, alla Variante della Roggia, un incidente coinvolse la Heinz-Harald Frentzen, Jarno Trulli, Rubens Barrichello e David Coulthard. La ruota anteriore sinistra della Jordan di Frentzen si staccò nell’incidente e piombo ai lati della pista, colpendo a morte Paolo Ghislimberti, un operatore della CEA, in servizio antincendio.

L’anno successivo, durante il Gran Premio di Australia, Graham Beveridge fu ucciso da una ruota che aveva scavalcato la recinzione, a seguito di un incidente tra Jacques Villeneuve e Ralf Schumacher.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130424_TW@horsemoonpost

L’incidente che causò la morte di Paolo Ghislimberti al GP di Monza del 2000

Shares

Un pensiero riguardo “Tragedia in Formula 1: a Montreal è morto il commissario di pista schiacciato da una gru

I commenti sono chiusi

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: