Sventato complotto per uccidere Barak Obama con “bomba sporca”

Un progetto di americani razzisti, appartenenti alla galassia del Ku Klux Klan, avrebbe mirato a uccidere il presidente degli Stati Uniti con una bomba radiologica azionata a distanza

 U.S. President Barack Obama receives a cap during his visit to FBI headquarters in Washington

Secondo fonti dell’intelligence statunitense, l’FBI avrebbe scoperto un complotto per assassinare il presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, con una bomba radiologica non convenzionale azionata a distanza.Il sistema sarebbe stato progettato per emettere radiazioni letali e avrebbe dovuto essere azionato con un sistema a distanza, riporta l’emittente statunitense ABC.

Due americani, Glendon Scott Crawford e Eric J Freight hanno costruito questa bomba non convenzionale per punire Obama a seguito dell’attentato di Boston. L’atto terroristico rientrerebbe quindi in un quadro di reazione interna all’apertura verso i flussi di immigrazione dall’estero, promossi dall’amministrazione presidenziale.

Crawfod avrebbe accusato l’atteggiamento del presidente Obama sull’attentato a Boston, accusandolo di aver diretto l’azione per permettere l’accesso negli Stati Uniti a musulmani senza controlli preventivi. Secondo l’FBI Crawford sarebbe membro del Ku Klux Klan e avrebbe denominato il progetto di assassinio come ‘Hiroshima on a light switch’ (Accendiamo la luce di Hiroshima).

Secondo il rapporto, l’ FBI ha avviato l’indagine su Crawford la scorsa primavera, quando avrebbe visitato una sinagoga e successivamente si sarebbe informato sulle tecnologie per “uccidere i nemici di Israele mentre dormono”. Il complotto è fallito quando Crawford e Freight hanno deciso di incontrarti alla General Electric per unire i componenti della bomba, ma sono stati arrestati in flagranza dall’FBI.

Jim Healy, direttore della comunicazione della GE Power & Water, ha affermato che la compagnia non ha motivo di credere che il crimine sarebbe stato realmente commesso, ma che sta pienamente cooperando con le indagini delle autorità.

Crawford e Freight sono stati incriminati per cospirazione finalizzata a fornire supporto materiale a terroristi attraverso l’uso di WMD (weapon of mass destruction, armi di distruzione di massa).

Il procuratore generale degli Stati Uniti, Richard Hartunian, ha affermato che la gente deve mantenere la vigilanza per evitare e fermare potenziali terroristi, secondo un sistema di sicurezza partecipata.

Due giorni fa, Giampaolo Massolo, direttore del DIS italiano, nel presentare il nuovo sito dell’intelligence nazionale ha ribadito come la sicurezza sia un bene indiviso per una democrazia e che va implementato con la partecipazione attiva dei cittadini, in un sistema di responsabilità condivise e distinte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

johnhorsemoon

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: