A Capaci la prima spiaggia libera targata “Addiopizzo”

AddioPizzo “sbarca” sul lungomare di Capaci, a pochi chilometri dal luogo in cui perse la vita il giudice Giovanni Falcone. L’associazione antiracket gestirà un tratto di spiaggia libera.

Capaci

Per la prima volta il Comitato Addiopizzo gestirà un tratto di spiaggia libera attrezzata, a Capaci, in provincia di Palermo.

Sconzajuoco è il nome scelto per il lido che sarà inaugurato venerdì alle 18.30. Dopo il taglio del nastro – affidato alla famiglia Grassi – e la conferenza stampa, dalle 22.30 si svolgerà una festa con i volontari dell’associazione antiracket.

Sconzajuoco sarà un nuovo modo di vivere il mare e la spiaggia. Uno spazio partecipato, sostenibile, inclusivo, accessibile.

Ecco le caratteristiche:

  • Un luogo aperto alla partecipazione, nella logica della gestione collettiva dei beni comuni.
  • Il chiosco bar offrirà prodotti pizzo-free dei produttori di Addiopizzo.
  • Saranno previsti dei servizi per disabili. In particolare la spiaggia sarà dotata di una speciale sedia a rotelle in grado di muoversi sulla sabbia e accedere al mare.
  • Per quanto possibile, la spiaggia sarà arredata con materiale da riciclo (divani con i pallet, posacenere ricavati da bottiglie di plastica, tavolinetti con le cassette della frutta, etc.) e si effettuerà la raccolta differenziata.
  • Anche per i bambini ci sarà particolare attenzione, con un’area giochi e animazione.
  • Per l’occasione la collezione di libri presente presso la sede di Addiopizzo verrà trasferita a Sconzajuoco per garantire una servizio di biblioteca in spiaggia.
  • Sarà prevista animazione con iniziative ed eventi musicali e culturali, presentazioni di libri, spettacoli, etc.

Il nome Sconzajuocoè stato scelto perché:

  • in dialetto siciliano indica chi scombina i giochi, ovvero chi rovina i piani. Ed Addiopizzo è questo per Cosa Nostra: una rivoluzione culturale che finisce per scompaginare gli affari della mafia.
  • Sconzajuoco era anche il nome della barca di un siciliano coraggioso, che amava la libertà e quindi il mare: Libero Grassi.

Il progetto di Addiopizzo rende una spiaggia che fino a poco tempo fa era abbandonata, sporca e difficilmente raggiungibile, oggi recuperata e restituita alla pubblica fruizione.

Una spiaggia in un luogo simbolico, Capaci, teatro della strage in cui perse la vita Falcone, la moglie e tre agenti di scorta, e che oggi invece vuole diventare simbolo di rinascita.

I partner del progetto sono Greenpeace, Legambiente, Libera, Gay Pride 2013, oltre a tutti i commercianti e gli imprenditori pizzo-free. In particolare, decisivo è stato l’apporto di Addiopizzo Travel, Libero Futuro e Confindustria Palermo. Media Partner dell’iniziativa saranno Radio Time, Balarm e Mediagol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

@horsemoonpost

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: