Caso Ablyazov, Letta in Senato. In corso voto su mozione di sfiducia ad Alfano (diretta streaming)

Discussione a Palazzo Madama. Il premier: «Inaudito comportamento dell’ambasciatore del Kazakhstan». Su Alfano: «inoppugnabile estraneità». Il PD dice non alla mozione di sfiducia,  Civati attacca: commissariati da Napolitano. Renzi: passa messaggio che pagano sempre i pesci piccoli. Il capo dello Stato: se cade il governo danni irrecuperabili

201304230-letta-ottiene-la-fiducia-al-senato_770x420 

Roma – “Oggi vi chiedo un nuovo atto di fiducia al governo che ho l’onore di presiedere. Il voto che vi sto chiedendo non è solo sul no alla mozione di sfiducia verso Alfano”. Lo ha detto il premier Enrico Letta al Senato sul caso Ablyazov-Shalabayeva.

“Vogliamo evitare nuove inammissibili pressioni da parte di qualsiasi diplomatico straniero – ha aggiunto – è inaudito il comportamento dell’ambasciatore del Kazakhstan. Il ministro Bonino esprimerà il doppio sconcerto italiano”.

Inoltre, “servono regole di ingaggio per evitare episodi ulteriori di mancato coinvolgimento” dei vertici del governo come accaduto per il caso Ablyazov. ”La relazione di Pansa è approfondita, corretta e non fa sconti. Il governo ha intenzione di continuare a fare chiarezza e di non mollare la presa”. Dalla relazione del Capo della Polizia emergono “fatti che lasciano allibiti e che sono intollerabili” ma emerge altresì “in modo inoppugnabile il mancato coinvolgimento del governo e l’estraneità del ministro Alfano“.

E ha sottolineato: “Rispetto alla conduzione del governo non vorrei si creasse confusione: la buona educazione non va confusa con la debolezza quando attorno è tutto urla e insulti. Gli italiani abbiano fiducia nella mia risolutezza e determinazione nel portare a compimento il compito affidatomi dal Capo dello Stato. Non ho intenzione di deludervi e non vi deluderò” ha detto il presidente del Consiglio.

“Vogliamo continuare a lavorare” ha detto il premier, ripercorrendo la road map dell’esecutivo: entro il 31 agosto superamento definitivo dell’Imu nell’ambito della riforma generale della tassazione immobiliare; chiudere la partita individuando le opportune coperture, sul versante dell’aumento dell’Iva; misure per il lavoro e per risolvere il problema degli esodati; accelerare i pagamenti della P.a.; lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata. “Questo consentirà al governo di interpretare al meglio i segnali della ripresa”.

A Palazzo Madama la discussione generale sulle mozioni di sfiducia che Sel e M5S hanno depositato contro il ministro dell’Interno e vicepremier è iniziata alle 8:30. Dopo la replica del governo, le dichiarazioni di voto. L’inizio della chiama con appello nominale dei senatori è previsto per le 12:30.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: