Influenza aviaria, secondo focolaio nel Bolognese

Dopo il caso di Ostellato, nel Ferrarese, dove è ancora in corso l’abbattimento di 128.000 galline ovaiole, è stato rintracciato un secondo focolaio dell’influenza aviaria a Mordano, in provincia di Bologna. Ad essere abbattute, stavolta, saranno 500.000 galline. 

galline

L’influenza aviaria continua a colpire. Stavolta ad essere abbattute saranno 500.000 galline ovaiole di un allevamento di Mordano, nel Bolognese. A confermarlo il ministero della Salute. L’allevamento sarebbe di proprietà dell’Eurovo, la stessa azienda agricola, ad Ostellato, nel Ferrarese, dove era stato individuato il primo focolaio e in cui, da Ferragosto, era iniziato l’abbattimento di 128.000 galline.

A eliminare ogni dubbio, secondo quanto divulga oggi l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, anche la presenza in entrambi gli allevamenti dello stesso ceppo del virus, l’H7, ad alta virulenza. Dopo il caso di Ostellato, infatti, la Regione, in collaborazione con il ministero della Salute e l’Unità di crisi, aveva ampliato i controlli anche alle zone vicine al primo intervento.

Sono stati intensificati i controlli – comunica il ministero della Salute -, la vigilanza veterinaria e le misure di biosicurezza negli allevamenti'”. Mentre l’Unità di crisi riunita a Bologna nei giorni scorsi ha confermato che “non vi è alcun rischio collegato al consumo di uova e carni avicole”. Le Asl, inoltre, ”hanno applicato tutte le misure” di sicurezza necessarie, attraverso il rintraccio degli animali e dei loro prodotti movimentati, l’abbattimento di tutti i volatili presenti in azienda, la pulizia e la disinfezione delle strutture e i controlli di un’area che si estende per 10 km intorno all’azienda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130628-twitter-very-littleRosalia Bonfardino

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: