Siria, monito di Ban Ki-moon: uso gas è crimine contro umanità

Il segretario generale delle Nazioni Unite avverte: “Uso di armi chimiche, se accertato, avrebbe gravi conseguenze per i responsabili”. Usa e Russia: “Serve inchiesta indipendente”. Obama: “Presto la risposta Usa”. Secondo l’opposizione, mercoledì le forze del regime hanno utilizzato gas nervino provocando oltre 1.300 morti

20130823-bankimoon-780x470

Stati Uniti e Russia chiedono congiuntamente una “indagine obiettiva” sul presunto uso di armi chimiche. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dal ministero degli Esteri russo, al termine di una telefonata fra il capo della diplomazia russa Sergei Lavrov e il collega americano John Kerry. La Russia esorta inoltre l’opposizione siriana a garantire il libero accesso degli ispettori Onu al sito dove sarebbe avvenuto un attacco chimico. “La palla è nelle mani dell’opposizione siriana, che deve garantire accesso sicuro alla missione Onu”, si legge nel comunicato diffuso dal ministero russo degli Esteri.

Sulla vicenda interviene il presidente americano Barack Obama , sottolineando che si avvicina il momento in cui gli Stati Uniti risponderanno in maniera definitiva alla crisi innescata dal possibile uso di armi chimiche in Siria. Intervistato dalla Cnn, alla domanda se il governo americano abbia ora “una cornice temporale più breve” per prendere decisioni chiave su Siria ed Egitto, Obama ha risposto semplicemente “sì”.

Gli Stati Uniti, ha aggiunto Obama, stanno spingendo l’Onu ad avviare “una migliore azione” per quanto riguarda la Siria e su questo tema sono in contatto “con l’intera comunità internazionale”. Obama e’ apparso molto tiepido di fronte all’ipotesi di interventi militari americani, ricordando come il paese sia ancora coinvolto in Afghanistan. E ha avvertito contro il rischio “di venir trascinati in interventi costosi e difficili che alla fine portano solo a nuovo risentimento nella regione”. Obama ha sottolineato come gli Stati Uniti siano “una nazione indispensabile” in Medio Oriente, spiegando che in quest’area Washington “deve pensare in modo strategico quali saranno i nostri interessi a lungo termine”. Le ultime accuse di uso di armi chimiche “sono chiaramente un grosso fatto che provoca grave preoccupazione”, ha detto ancora Obama.

Anche la Cina chiede un’indagine “senza intoppi” da parte del team di esperti delle Nazioni Unite. “Speriamo e pensiamo che il team (dell’Onu, ndr) possa negoziare pienamente con il governo siriano per fare in modo che l’indagine proceda senza intoppi”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hong Lei. Per Pechino, “prima di stabilire la verita’, tutte le parti dovrebbero astenersi dal dare giudizi precostituiti sull’esito” dell’indagine. “L’attuale situazione -ha aggiunto Hong- indica l’importanza e l’urgenza di perseguire una via politica per risolvere il problema siriano”.

Mentre le diplomazie tentano di uscire dall’impasse, in Siria si continua a morire. Otto persone sono morte e numerose sono rimaste ferite nell’attentato kamikaze avvenuto ieri sera in un ristorante di Aleppo, nel nord della Siria. “Il terrorista suicida si chiamava Khaled Ali al-Shibli e aveva 18 anni”, ha affermato una fonte della sicurezza siriana, citata dalla ‘Sana’. Il giovane, ha precisato un giornalista della tv di Stato ‘al-Ikhbariya’, si e’ fatto saltare in aria durante una festa di maturità alla quale partecipavano numerosi ragazzi e i loro genitori.

(fonte Adnkronos)

2 pensieri riguardo “Siria, monito di Ban Ki-moon: uso gas è crimine contro umanità

  • 24/08/2013 in 08:28:57
    Permalink

    Scaglieranno le pietre e veloci nasconderanno la mano
    Colpiranno l’uno per incolpare l’altro e dividere le genti
    Istigheranno il Conflitto in nome delle nostre differenze

    Il singolo obbiettivo dei Sionisti e’ di condurre l’Umanita’ ad una Guerra Mondiale di Religioni e verso la Schiavitu’.

    Il loro motto “Divide et impera” e’ anche la strategia in Iraq, Siria, Iran e Korea per arrivare in ultimo a Cina e Russia.

    Questi governi sono costantemente nel mirino di servizi segreti Inglesi, Israeliani ed USA che instigano le genti di quei Paesi mentre in ogni luogo TV media controllati dagli stessi Sionisti demonizzano i governi di quei Paesi destabilizzati.

    Popolazioni Inglesi, Israeliane ed USA non hanno niente a spartire con i loro servizi segreti che lavorano esclusivamente per i Sionisti e non per il beneficio dei loro propri Paesi.

    La prossima Guerra Mondiale di Religioni e’ gia’ stata pianificata alle spalle di tutte le genti che saranno forzate a combattere per i loro Paesi nel loro obbligo di cittadini.

    Questa Guerra sara’ la scusa per abolire totalmente il concetto di Uguaglianza (ed ogni diritto umano associato con essa) e per celebrare l’ascesa di un “popolo scelto” intrecciando cosi’ la Religione con una trama di potere.
    Per cui, aldila’ di ogni possibile scusa di Religioni od altro, il Conflitto dovrebbe essere definito sin dall’inizio solo pro o contro l’ Uguaglianza.

    Il riconoscimento dell’ Uguaglianza ha sempre suscitato grandi timori per quel concetto dell’ Individualismo cosi’ adorato dalla cultura Ebraica.

    Questa Cultura si e’ cosi’ sempre difesa con una strategia ben definita:
    Divide et Impera.
    La strategia inizia sempre con una stessa frase:
    “Lascia che io ti aiuti”.
    Ed il tradimento e’ presto a seguire.

    La cultura Ebraica, per paura di non sopravvivere, si e’ sempre rivestita del ruolo di schiava per il sovrano dei suoi tempi. Dapprima con Mose’ per i Faraoni di Egitto, poi con Erode per gli Imperatori Romani, piu’ di recente al servizio dei Reali di Inghilterra ed ora invece del piu’ influente gruppo Anglo-Americano a capo dei servizi segreti.

    Il tempo e’ sempre stato portatore di cambiamenti e quindi di speranza per il futuro ma fino ad oggi le vedute del Mondo a riguardo degli Ebrei sono rimaste immutate nel corso della storia.

    La gente da sempre li chiama avidi, parassiti, maestri della menzogna …….
    Ma, negli USA e UK sono protetti senza riserve ed in quei luoghi nessuno si azzarda mai a parlare male di loro in pubblico.
    Piu’ si sentono protetti e piu’ diventano arroganti.

    Paura ed arroganza consentono a questi solo di guardare verso l’alto o verso il basso.

    Convinti di essere il “popolo scelto” da Dio, gli Ebrei sono anche gli acerrimi nemici dell’Uguaglianza. Questo Credo, incompatibile con la pace ed il rispetto Umano, ha portato nei secoli continue guerre e destabilizzazioni.

    Oggi, il Mondo in rivolta e’ il frutto del loro “successo”.

    Dopo tremila turbolenti anni, la Cultura degli Ebrei puo’ essere oggi definita con la massima chiarezza. Detestano ogni forma di trasparenza e meglio di chiunque sanno navigare in acque torbide. La Corruzione e’ il loro organo vitale.
    Adorano la voce grossa ed hanno un costante bisogno di attenzione.

    Il loro “senso dell’umorismo” si diverte in una continua bacchettata su culture e genti di ogni dove pur accusando antisemita un qualsiasi rimarco su di loro o i loro “Maestri”.
    Trovano sempre grande gusto ad essere i giudici di tutto.

    Un famoso “senso di colpa” li segue ovunque e la parola “scusa” li accompagna sempre.
    Con una stretta morsa su Hollywood, stazioni TV e giornali la loro influenza non ha rivali al Mondo e si riflette sempre piu’ nei valori dei nostri tempi.

    La natura di questa Cultura esemplifica il ruolo del tramite.
    Come l’eterno secondo, vicino al piu’ forte ma anche ad una sicura distanza dai malumori che crea.
    Una peculiarita’ di questa cultura e’ quella di ammirare sempre qualcuno ed idolatrare chi e’ “meglio” (come chi e’ piu’ ricco o piu’ famoso. Chi e’ piu’……).

    Nella speranza di trovare il coraggio per cambiare.

    • 27/08/2013 in 11:22:32
      Permalink

      Il suo commento – depurato dai collegamenti internet (qui non lavoriamo per lei!) – è stato pubblicato dopo ampia riflessione. Le sue parole sono oggettivamente antisemite, istigano all’odio razziale. Una vergogna! (a parte le farneticazioni…)

I commenti sono chiusi