Il grande giorno è arrivato: tra poche ore iOS7 sui dispositivi Apple

Mancano poche ore all’arrivo di iOS7 sui dispositive Apple. Sarà possibile scaricare l’aggiornamento del nuovo software a partire dalle 19, ora italiana, anche se non sarà disponibile per tutti i dispositivi Apple

20130918-iOS7I più “vecchi” device soffrono già di obsolescenza programmata, quindi questa nuova versione del sistema operativo funzionerà solo per iPhone 4 e 4S, 5, 5S e per la quinta generazione di iPod Touch; mentre per iPad Mini e iPad, dalla seconda generazione in avanti. Tuttavia è necessario ribadire che per i dispositivi più anziani è consigliabile aspettare qualche giorno o addirittura la versione 7.1, poiché questo genere di aggiornamenti implica spesso un rallentamento generale, quindi prima di incappare in qualche bug di sistema, sarebbe meglio attendere i primi test online.

Prima di procedere all’installazione della nuova versione, bisognerà effettuare il backup dei dati utilizzando iTunes tramite la tradizionale sincronizzazione dati via Usb oppure iCloud, scegliendo l’apposita funzione dal menu “Impostazioni”. Il backup è indispensabile per salvare sul proprio pc tutti i dati a cui teniamo (foto, video, rubrica), nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto durante l’installazione.

Ma cosa ci si aspetta dal nuovo iOS7? Innanzitutto il restyling radicale dell’interfaccia grafica. Il design è minimalista, colorato e accattivante e le icone sono diventate piatte, i caratteri sono più grandi e in generale, l’aspetto è molto più ordinato. Con un movimento del dito dal basso verso l’alto, sarà possibile muoversi all’interno del menu senza aprire ogni applicazione. Siri, oltre a pescare le proprie informazioni da Google, Wikipedia e Twitter, svolgerà nuove funzioni come regolare l’intensità della luminosità dello schermo; avrà una nuova voce per l’inglese, il tedesco e il francese.

Per quanto riguarda la fotocamera non ci sono cambiamenti sostanziali: iOS7 salverà le immagini in ordine cronologico e metterà a disposizione nuovi filtri. Inoltre con Airdrop, uno strumento finora riservato solo ai possessori di Mac OSX, i dispositivi potranno scambiarsi dati tramite Wifi.

Mentre in Italia si attende l’aggiornamento di iOS7, in America si recensisce già iPhone 5S, la cui potenza di calcolo è considerata 40 volte superiore rispetto al primo modello rilasciato da Apple. Il processore è più veloce, la fotocamera potenziata e sembra essere migliorata anche la durata della batteria, che secondo Apple adesso può garantire fino a 250 ore di attività in stand-by e 10 di attività continua.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130628-twitter-very-little@charlotte_braun

 

Shares

Claudia Fiume

Laureata in comunicazione con una tesi sul rapporto tra il reale e l’immaginario nel cinema, ho collaborato per alcune testate online come web content editor. Collezionista di immagini sul desktop e di ricettari disordinati su cui annotare imprese culinarie più o meno riuscite. Quando non faccio niente di tutto questo, twitto in modo compulsivo di tv, attualità e social media. Su THE HORSEMOON POST scrivo di tutto questo, ma anche di cinema e lifestyle.

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: