Vettel precede Webber nel secondo turno di libere a Singapore, ma il passo gara di Räikkönen è migliore

Fernando Alonso sesto, Felipe Massa quindicesimo, il passo gara non è male per le rosse di Maranello, ma la superiorità di Red Bull in qualifica e di Lotus e Mercedes nel passo di gara è migliore. Incognita degrado gomme e meteo possono dare un ruolo diverso a Jenson Button

20130920-f1-Ev13-fp2_vet_780x470

Sebastian Vettel ha battuto il compagno di squadra Mark Webber nel secondo turno di libere sul circuito di Marina Bay a Singapore, per il locale Gran Premio di F1, tredicesimo appuntamento della stagione 2013. Una superiorità indiscussa, quella delle Red Bull-Renault, sia con gomme supersoft (banda rossa) che con le medie (banda bianca). La monoposto di Adrian Newey sembra imbattibile in condizioni di qualifica, ma sul passo gara le Mercedes e le Lotus sono vicine, con la Ferrari distanziata e in crisi di stabilità, soprattutto sul posteriore.

Ancora problemi di servosterzo per Romain Grosjean, che però è stato più veloce del compagno di squadra Kimi Räikkönen.

Il terzo posto nella griglia virtuale è per Nico Rosberg, che ha preceduto il compagno di team Lewis Hamilton, il più veloce nel primo turno. A seguire Grosjean (Lotus), Alonso (Ferrari), Button (McLaren) a oltre 1’’4 dalla vetta ma da tenere d’occhio soprattutto in caso di pioggia. Räikkönen, ottavo, è seguito da Sutil e Perez, che chiudono la Top Ten.

Daniel Ricciardo è stato il primo a scendere in pista con le supersoft, staccando il secondo tempo del momento, ma poi non è riuscito a mantenere l’andatura dei primi. Tra le medie e le super-morbide c’è un divario importante di performance e sarà decisiva la gestione delle gomme a causa del degrado, che sembra maggiore sulle Frecce d’Argento di Stoccarda di Rosberg e Hamilton, mentre le Red Bull viaggiano su un altro pianeta. Le possibilità delle Lotus di poter ambire ai piani alti della classifica della gara ruota proprio sull’adattamento della monoposto alle gomme su questo circuito tortuoso. Con gomma media Räikkönen ha mostrato un passo gara migliore delle due Red Bull, che però si possono permettere perfino di entrare in “modalità amministrazione campionato”.

Va ricordato che lo scorso anno proprio da Singapore partì la rimonta di Vettel per acciuffare e superare Alonso nella  classifica di un campionato che sembrava nelle mani salde dell’asturiano.

Leggeri contatti a muro per Alonso, Webber e Massa, mentre Maldonado ha sbattuto nelle barriere con l’anteriore, danneggiando l’ala anteriore. Il venezuelano è stato poi autore di un lungo senza conseguenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

F1, Gran Premio di Singapore 2013 – Libere 2

20130920-F1-Ev13-fp2-standing-neutral

L’analisi tecnica Pirelli di Mario Isola

2013_F1_EVENT13_GP_SINGAPORE-cor

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: