Tragedia migranti in Sicilia. In tredici annegano a Sampieri, Ragusa

Alcuni dei 250 immigrati irregolari sono stati scaricati a mare dagli scafisti per evitare l’arresto, molti sono morti perché incapaci di nuotare o perché trascinati dalla corrente. Fuga degli altri, ricerche in corso. TG La7: fermati due scafisti

20130930-immigrati_gommone-362x256Ragusa – Tredici persone sono morte annegate sulla spiaggia di Sampieri, nei pressi di Scicli in provincia di Ragusa, nelle concitate fasi dello sbarco avvenuto nelle prime ore di questa mattina. I corpi dei migranti sono stati recuperati in acqua dalle forze dell’ordine.

L’approdo dei migranti era stato segnalato dai turisti che si trovavano sulla spiaggia. Secondo quanto ricostruito sarebbero circa 250 i profughi sbarcati.

Subito dopo aver preso terra, gli immigrati clandestini si sono dispersi nella zona, dove le forze dell’ordine hanno avviato le ricerche.

Dalle prime testimonianze sembra che i clandestini siano stati costretti a buttarsi in mare dagli scafisti, i quali avevano fretta di ripartire e fare perdere le proprie tracce onde evitare l’arresto. Secondo il TG La7, la manovra criminale non ha avuto l’esito voluto, perché due persone sarebbero state fermate dalle forze dell’ordine perché sospettate di essere appunto due degli scafisti. Molti sono morti per annegamento, perché non sapevano nuotare o perché trascinati dalla corrente.

Ultimo aggiornamento 30 Settembre 2013, ore 12.01 | (Agenzie) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

2 pensieri riguardo “Tragedia migranti in Sicilia. In tredici annegano a Sampieri, Ragusa

  • 03/10/2013 in 22:47:53
    Permalink

    Le politiche migratorie sono tutte fallite. Le politiche che avrebbero dovuto regolare la crescita demografica, i flussi migratori, l’integrazione (mancata) e il multicultualismo (fallito) non hanno avuto alcun effetto posotivo, anche quando vi sono state scelte di indirizzo politico.
    Se interessa, considerazioni su:
    Il multiculturalismo è fallito, ma la mancata integrazione produce violenza;

    L’insanabile contenzioso sociale europeo;

    La fine della vita nel fallimento delle politiche demografiche e migratorie globali.

    Buona lettura e grazie per l’attenzione.
    Gustavo Gesualdo alias Il Cittadino X

    • 04/10/2013 in 00:13:01
      Permalink

      Gentile amico, la sua partecipazione è gradita. Ma il fatto che lei posti dei link non lo è affatto. Solo per renderglielo noto, in modo tale che lei non abbia a lamentarsi se i suoi commenti dovessero essere in futuro cassati. Cordialità

I commenti sono chiusi

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: