Grecia, “Fmi continuerà a sostenere gli sforzi del Paese” dice Christine Lagarde

Confronto tra il numero uno dell’istituzione di Washington e il premier Samaras. Egli elogi ad Atene per ”i progressi compiuti con l’azione di risanamento”. Il primo ministro greco: “Molte riforme volute dal Fmi erano giuste”

20131002-christine-lagarde-660x450

Washington – ”Il Fondo Monetario Internazionale continuerà a sostenere gli sforzi della Grecia” nel perseguire il suo programma di risanamento. Lo ha assicurato il numero uno dell’istituzione di Washington, Christine Lagarde dopo aver incontrato il Premier greco Antonis Samaras. Un faccia a faccia ”produttivo” – sottolinea Lagarde – sui recenti sviluppi e sulle sfide che sta affrontando la Grecia, che si è tenuto a una settimana dall’avvio dei Meetings del Fmi e della Banca Mondiale di autunno.

Da Lagarde anche gli elogi ad Atene per ”i progressi compiuti con l’azione di risanamento per raggiungere la sostenibilità fiscale, ripristinare la competitività e la stabilità finanziaria”. Con Samaras, prosegue, ”ho evidenziato l’importanza di andare avanti sulle riforme istituzionali e strutturali ed adottare un bilancio forte per il 2014 in modo da raggiungere gli obiettivi del programma”.

Dal canto suo, il primo ministro greco parlando del nuovo volto del Paese a tre anni dallo scoppio della crisi del debito ha affermato che molte di quelle dolorose riforme varate sotto la pressione del Fondo Monetario Internazionale, ”erano giuste e avrebbero dovuto esser adottate ben prima”.

Il Fmi, prosegue, ”è stato utile per promuovere le riforme”. Riforme che oggi, a suo avviso, stanno trasformando la Grecia in un paese culturalmente diverso, più moderno, competitivo e attento al business. ”Secondo il Fmi abbiamo già recuperato il 75% del nostro gap”, aggiunge Samaras chiarendo tuttavia che “il paese partiva da un punto bassissimo, tanti cambiamenti strutturali sono già intervenuti ma ne restano ancora moltissimi da affrontare”.

All’attenta platea del Peterson Institute, il Premier ha anche assicurato che il peggio della crisi greca è passato. ”La contrazione economica di quest’anno sarà più contenuta di quella prevista dalla Commissione Ue e dal Fmi”, ha affermato, prevedendo l’uscita dalla lunga recessione per l’anno prossimo. Samaras è intervenuto in pubblico dopo aver incontrato il direttore del Fondo Monetario Christine Lagarde per valutare in dettaglio la situazione economica del paese e la sostenibilità del debito, alla luce del fatto che Atene potrebbe aver bisogno di un altro pacchetto di aiuti da 11 miliardi di euro nel biennio 2014-2015.

”Un incontro utile e positivo”, ha commentato il Premier confermando peraltro che il raggiungimento del surplus di bilancio e la riduzione della disoccupazione endemica restano obiettivi prioritari per Atene.

Infine Samaras, menzionando l’importanza del turismo per trainare la ripresa del Paese ha ringraziato Enrico Letta per aver “consigliato ad alcuni suoi colleghi di governo di trascorrere quest’estate le vacanze in Grecia”. Un gesto “molto apprezzato”, ha sottolineato.

(Adnkronos/Ign)

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: