Indycar, Dario Franchitti sopravvive a drammatico incidente al GP di Houston. Feriti 14 spettatori (3 VIDEO)

A poche centinaia di metri dalla bandiera a scacchi, un incidente tra Dario Franchitti e Takuma Sato fa tremare la Indycar. Franchitti con alcune fratture, feriti anche 14 spettatori, due in modo serio. Dinamica che ricorda il mortale incidente di Dan Wheldon a Las Vegas nel 2011

20131007-indycar-crash-dario-franchitti

Dario Franchitti, il pilota scozzese di origine italiana vincitore di tre edizioni della 500 Miglia di Indianapolis, è sopravvissuto per miracolo a un terribile incidente occorso durante l’ultimo giro di Gara2 del GP di Houston di Indycar, svoltasi ieri pomeriggio nella città texana.

Nel tentativo di sorpassare il pilota giapponese Takuma Sato, quest’ultimo ha stretto la monoposto del team Ganassi condotta da Franchitti, che è decollata sulle reti laterali di protezione, divellendone una parte. Dopo una carambola di diverse centinaia di metri – e il coinvolgimento del sopravveniente EJ Viso, che non ha potuto evitare di investire la monoposto di Sato nel  fianco sinistro – Franchitti è apparso subito in condizioni serie, perché ha ritardato a uscire dalla vettura.

Il drammatico video ripreso da uno spettatore (da Click2Houston.com)

Le squadre di soccorso, intervenute immediatamente, hanno proceduto a mettere in sicurezza il pilota scozzese, marito dell’attrice Ashley Judd. Estratto dalla monoposto, il pilota è stato trasportato presso il vicino Memorial Hermann Texas Medical Centre, dove i medici hanno riscontrato la frattura di due vertebre lombari e della caviglia destra, oltre ad altre contusioni varie.

20131007-Dario-Franchitti-362x274-didA seguito dell’impatto sono rimasti feriti almeno 14 spettatori, colpiti da detriti della monoposto e da frammenti metallici delle reti di protezione. Il pilota, che sembra non dovrà essere sottoposto a interventi chirurgici per la composizione delle fratture vertebrali, rimarrà in ospedale in osservazione. Almeno due spettatori saranno sottoposti ad analoga procedura cautelare, mente gli altri 12 sono stati medicati per ferite più lievi.

Dalla dinamica dell’incidente di può ben dire che l’esito dell’impatto – sia per i piloti coinvolti che per gli spettatori – davvero si deve considerare miracoloso. L’incidente probabilmente significa stagione finita per Dario Franchitti, che dovrà comunque sottoporsi a riabilitazione di qualche mese.

quasi due anni fa esatti, Dan Wheldon – due volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis – non sopravvisse a un incidente analogo, durante l’ultima gara di campionato – una 300 miglia – sul triovale di Las Vegas. L’incidente destò grande impressione in tutto il mondo, perché Wheldon – che aveva vinto in modo rocambolesco a Indy nel maggio precedente – era rimasto senza volante. Aveva accettato una “scommessa sportiva”, partecipando all’ultima gara del 2011 partendo dall’ultimo posto: se avesse vinto, si sarebbe aggiudicato un premio di 5 milioni di dollari, da dividere al 50% con uno degli spettatori presenti a Las Vegas, dopo un’estrazione a sorte.

Giampaolo Dallara, costruttore delle monoposto di Indycar, decise di dedicare allo sfortunato pilota inglese le sue monoposto, di cui Wheldon era stato anche collaudatore. Da allora le monoposto di Indycar sono denominate con le iniziali DW. Dario Franchitti era uno dei migliori amici di Wheldon.

A Dario Franchitti – e agli spettatori – i nostri auguri di pronta guarigione e di un rientro nel 2014 con la grinta di sempre.

Il terribile incidente che costò la vita a Dan Wheldon

Ultimo aggiornamento 7 Ottobre 2013, ore 20.23 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: