Eurochocolate, l’incantevole “Isola del Cioccolato” al tempo della crisi

Continua a Perugia la Ventesima edizione dell’annuale festa attorno al “cibo degli dei”. Fino al 27 ottobre in scena la dolce Italia Ever Green

20131022-eurochocolate-660x440

Il sole ha battezzato il ventesimo anniversario di Eurochocolate. Giubilo per una settimana a Perugia in quella che per l’occasione diventa Tazza IV Novembre che omaggia l’evento con un’ imperante scritta : “ L’Italia è una Repubblica Fondente  sul Lavoro. L’Italia del cioccolato.

In tempi di crisi potrebbe sembrare un dileggio, ma l’insostenibile dolcezza degli abitanti (autoctoni, stranieri, visitatori, studenti) ne attestano la veridicità.

E così, Corso Vannucci emana un insostenibile, delizioso profumo di cioccolata e non vi è adulto o bambino che non assapori la bevanda degli dei.

É d’uopo ormai a Perugia che durante Eurochocolate ci sia così tanta gente, a tal punto che quando si mangia un cioccolatino ingrassano le persone che ti stanno di fianco.

Quest’Italia del Cioccolato sa di buono, considerando che Eurochocolate è appena uscito dall’adolescenza con i suoi 20 anni  tanto che la manifestazione creata da  Eugenio Guarducci  guarda alle nuove generazioni finalizzando a questo scopo gli incassi della vendita biglietti allo stand dell’ Italia del Cioccolato.

Per nuove assunzioni di giovani disoccupati” recita la motivazione. Questa la speranza e che non sia il solito escamotage per utilizzare gli studenti come forza lavoro occasionale e a basso costo.

20131022-eurochocolate-ar-660x520
L’Italia del Cioccolato, una creazione dell’artista Andrea Gaspari, con dieci aiutanti. L’unaga 13,5 metri e larga oltre 6, questa Penisola di gusta è fatta con 14.000 chili di cioccolato fondente (foto Anna Re)

La chocoItalia è un paese diligente e sicuro in una Eurocholate in cui non serve bancomat, ma solo la chococard.

Nell’edizione eco frendly 2013 si pone  attenzione a più aspetti: la salute con le cioccolate Gluten Free;  il sociale, con cioccolato di Modica firmato Casa Don Puglisi e Costruttori di Dolcezze; la  tecnologia  con la sezione dedicata alla cioco- tecnologia. Si pensa anche  alla cultura con la rassegna letteraria condotta dalla redazione di Piacere Magazine che vede la  partecipazione di scrittori italiani; si invita alla sicurezza, con l’Esercito Italiano presente con uno spazio informativo – promozionale. Non si dimentica l’ambiente con EVER GREEN _la sostenibile dolcezza dell’essere come claim ufficiale affidato ad una piantina di menta in un vaso di tazza di cioccolata e, non in ultimo, si attenziona la qualità con Equochocolate, passando attraverso etica della produzione, responsabilità sociale delle imprese, sviluppo sostenibile dei paesi produttori, valorizzazione delle piccole aziende e laboratori artigianali locali promuovendo di fatto prodotti a km zero.

Tutto que20131022-sandri-pasticceria-300x399sto in linea con quanto deliberato dai partecipanti all’ultima Conferenza Mondiale sul Cacao e che ha portato al congresso Sinergia al sapor di cioccolato (Palazzo Donini  Salone d’Onore Perugia Mercoledì 23 ottobre 2013 Ore 9.00) cui parteciperanno gli ambasciatori del Camerun, Ghana, Costa d’Avorio, Nigeria, Indonesia, intervenendo sulla costruzione di piattaforme pubblico-privato, quali strumenti utili a garantire la qualità della produzione di cacao e la sostenibilità di tutta la filiera produttiva del cioccolato. Filiera che prende piede da questi paesi e che a volte risulta assai poco virtuosa, come denunciano le sconcertanti  (ma non sorprendenti) inchieste giornalistiche che testimoniano la presenza di bambini schiavi nelle piantagioni della Costa D’Avorio.

Insomma, nel paese della cioccolata  la crisi non divide ma solidarizza:  storico accordo fra  gli acerrimi nemici, multinazionali ed equo solidale, che si son stretti la mano in questa  edizione 2013 evitando  la solita, eterna  polemica.  Altrocioccolato ha anticipato la kermesse perugina senza togliervi pubblico (svoltasi dal 18 al 20 ottobre nell’Alta Valle del Tevere in contemporanea con le Giornate regionali del commercio equosolidale e sempre in collaborazione con la bandiera ivorense).

Un paese incantato: il centro rivive in tutta sicurezza dopo la mega retata avvenuta il weekend precedente la manifestazione per liberare le strade dagli spacciatori, mentre  la polemica sui guasti di natura elettromeccanica delle scale mobili e degli ascensori che collegano direttamente al centro si è sedata grazie al pronto intervento dell’ amministrazione comunale sì da limitare i disagi ai cittadini. Ed ancora  il meteo clemente ed  il terremoto inavvertito. Tutto perfetto insomma…  se non per  il ritornello scelto e mandato a ripetizione  de “Gelato al cioccolato” di Pupo  e  la saracinesca chiusa ad oltranza del Caffè  Sandri (nella foto a sinistra), la più antica pasticceria di Perugia.  Simbolo ormai della crisi.

 

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: