Esercitazione Twist Day2. Operazioni SAR e assistenza nella seconda giornata. Entrata in scena la portaerei “Cavour”

Simulato il naufragio di un traghetto nella rada di Salerno. L’ammiraglia della Marina Militare centro di comando, ospedale di emergenza e coordinamento operazioni di salvataggio. Impegnati sugli scenari anche esperti valutatori del rischio ambientale

20131026-twist-d2-25-ott-660x476did

Un traghetto proveniente da Messina, in ingresso nel porto di Salerno, urta violentemente il molo a causa delle onde di maremoto. L’urto provoca uno squarcio di circa 45 metri. Il traghetto imbarca acqua e perde stabilità: scattano le attività di soccorso ai naufraghi. È questo lo scenario che apre la seconda giornata dell’esercitazione sul rischio maremoto Twist – Tidal Wave in Southern Tyrrhenian Sea, centrata sulle attività di ricerca, soccorso e assistenza in mare e sulla terraferma.

Viene messa alla prova la capacità d’intervento delle squadre europee, specializzate in attività di ricerca e soccorso subacqueo e speleo-alpino-fluviale, che lavorano a fianco delle squadre italiane di Vigili del Fuoco, Marina Militare e Guardia Costiera, con il supporto delle Forze di Polizia.

Sono simulate attività di assistenza sanitaria a bordo nave e sul molo Manfredi, dove viene allestito un Posto Medico Avanzato, a supporto delle risorse sanitarie locali. Le attività di soccorso sanitario urgente sono coordinate dal 118. Sono previsti scenari dedicati a testare le procedure per l’identificazione delle vittime.

La portaerei della Marina Militare Cavour, in navigazione nelle acque del basso Tirreno al momento del maremoto, si posiziona di fronte alla costa per supportare le attività di assistenza alla popolazione sul territorio colpito, anche attraverso il Presidio Operativo Avanzato istituito nelle primissime fasi dell’emergenza.

Interventi specialistici di soccorso a mare sono realizzati a Marina di Camerota, Palinuro (Comune di Centola) e Salerno dove operano il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e Fipsas – Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee.

Esperti europei valutatori del rischio ambientale operano insieme a squadre di esperti italiani dell’Arpac – Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania, Vigili del Fuoco, e Dipartimento della Protezione Civile. Le valutazioni sono eseguite sulla base di una metodologia comune fornita dalle Nazioni Unite (Feat-Flash Enviromental Assestment Tool) che permette anche a personale non tecnico – dopo una rapida formazione – di svolgere attività di valutazione ambientale in contesti emergenziali.

Circa 200 tecnici degli ordini professionali della Campania hanno simulato attività di valutazione del danno e rilievo di agibilità in venti comuni della Provincia di Salerno. Si tratta di tecnici formati dal Dipartimento della Protezione Civile sulla base di accordi con gli ordini professionali.

Tra le attività in programma, al Museo Diocesano di Salerno si tiene un seminario su “Rischio maremoto e pericolosità dei fondali marini nell’area campana”, organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile in collaborazione con Ingv – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Cnr – Centro Nazionale delle Ricerche e Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale. Il seminario, che rappresenta un’occasione di ulteriore approfondimento per il Sistema di protezione civile sui temi del maremoto e della riduzione del rischio, è rivolto principalmente al personale delle strutture operative e componenti del servizio nazionale della protezione civile coinvolte nell’esercitazione Twist.

A margine delle attività esercitative è previsto – sempre nella sede del Museo Diocesano – un incontro con i rappresentati delle Ambasciate e dei Consolati di diversi paesi interessati ad affrontare il tema della presenza di cittadini stranieri in paesi colpiti da calamità.

Da oggi tornano in piazza i volontari della campagna informativa Io non rischio maremoto. I volontari del Gruppo comunale, della Croce Rossa Italiana, di Humanitas Soccorso, di Soccorso Amico, delle Misericordie, di Libera Associazione CB Salernitana e della Società Nazionale Salvamento incontrano i cittadini di Salerno in piazza Cavour.

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: