Matrimonio finisce in tragedia negli Stati Uniti…???

La più orribile torta nuziale del mondo guadagna le prime pagine dei giornali e i servizi tv in prime time. Profezia di un esito tragico? Ma quando mai…

20131108-orrore-negli-usa-foto-virale-660x418-did

Capita alcune volte di leggere che un matrimonio finisca in tragedia ante litteram – si fa per dire – e che ci scappi il morto già durante le funzioni religiose o, in modo più frequente, durante i festeggiamenti. Il dato etnico è ininfluente, non dimostra niente: tutto il mondo è Paese, potremmo dire senza cadere nei luoghi comuni.

Una giovane pasticcera americana – pardon: cake designer – originaria di Cleveland (Ohio), è diventata una delle più brave ideatrici di torte, con una fantasia che cede punti solo al realismo con cui le sue creazioni sono realizzate. In tema di Halloween, da poco passato, Natalie Sideserf ha pensato bene di ideare la più orribile torta nuziale del mondo, che – viene riportato sul sito web della fantasiosa designer trapiantata ad Austin, capitale del Texas – le ha fatto guadagnare le prime pagini dei giornali e i servizi televisivi in prime time in mezzo mondo. Pubblicità gratuita, ampiamente meritata, per la brillantezza con cui questa storia è stata progettata. Trattasi, infatti, del prodotto virale destinato a fare conoscere il proprio nome nel mondo intero.

Natalie questa pubblicità se la merita, non tanto per la torta in se (orribile), quanto perché ha dimostrato che in un sistema meritocratico vince, ha successo, chi ha le idee più innovative. A Natalie probabilmente costerebbe molto servirsi dei canali tradizionali della pubblicità; forse dovrebbe sacrificare una parte sostanziosa del proprio bilancio imprenditoriale. «Per la seconda volta in meno di 9 mesi» scrive Natalie sul sito web «Siderserf Cake Studio è riuscita a girare in modo virale per il mondo con il design originale delle torte nuziali. Hanno parlato di noi pubblicazioni di carattere nazionale, sia statunitensi come Fox News, ABC News, e Msnow, che del Regno Unito come Daily Post, l’australiano Daily Telegraph, e altri in Giappone, Taiwan, e non solo. Vogliamo ringraziare tutti» conclude Natalie «per il loro sostegno».

Così, con questa intelligente sagacia, Natalie Siderserf ha deciso che sarebbe stata la stampa a far parlare delle sue performance. Alcune belle, altre orribili, tutte realistiche, ben realizzate, crediamo anche buone da gustare. Brava Natalie!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Una galleria fotografica delle creazioni di Natalie Siderserf

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: