Clamoroso! Kimi Räikkönen salta le ultime due gare del 2013. Davide Valsecchi in pista!

Il riacutizzarsi dei dolori alla schiena rendono, secondo Steve Robertson, manager del pilota finlandese, improcrastinabile l’intervento chirurgico. Un pilota italiano rientra nella griglia di partenza della Formula 1: non accadeva dal 2011. L’ultimo era stato Jarno Trulli

Per Kimi Räikkönen la stagione 2013 di F1 è finita! Insieme alla sua attività con la Lotus-Renault, con cui occupa il terzo posto in classifica piloti, con 183 punti. Il pilota finlandese dovrà sottoporsi giovedì prossimo a un intervento chirurgico, quindi dovrà saltare le ultime due gare del mondiale di Formula 1 negli Stati Uniti e in Brasile.

Già alla vigilia dello scorso GP di Singapore, Räikkönen aveva lamentato il riacutizzarsi del problema alla schiena che patisce da anni. Aveva partecipato alla gara solo grazie alle infiltrazioni di cortisoni somministrategli sotto controllo medico e dietro autorizzazione dei Commissari Sportivi (per evitare sanzioni antidoping). Dopo Abu Dhabi, le condizioni sono peggiorate, sicché – a detta del suo manager Steve Robertson – l’intervento non è più procrastinabile. Lo riferisce il quotidiano finlandese Turun Sanomat, che ha avuto conferme dirette dal management del pilota.

Dopo l’intervento chirurgico, Kimi Räikkönen dovrà osservare un periodo di riposo e di riabilitazione della durata di quattro settimane.

Certo è deludente il modo in cui finisce una liaison sportiva tra Räikkönen e la Lotus, con cui nelle scorse settimane c’erano state polemiche per il mancato pagamento degli emolumenti al pilota finlandese, che avevano fatto temere una brusca interruzione del rapporto.

Nei giorni scorsi Räikkönen è stato a Maranello, ufficialmente per parlare con Stefano Domenicali (una email, no?) e, soprattutto, per prendere le misure del sedile per la monoposto del 2014 (più credibile). In ogni caso Robertson sembra non legare il forfait delle ultime ore con la diatriba sugli stipendi. «La cosa più importante è che Kimi si prenda cura del problema fisico, per rimettersi in forma in modo tale da iniziare la stagione 2014 in piena condizione fisica» ha dichiarato al quotidiano finlandese che ha lanciato la notizia.

Davide Valsecchi, terza guida della Lotus-Renault, dovrebbe sostituire Räikkönen ad Austin per il GP degli USA e a San Paolo per il GP del Brasile. In questo modo un pilota italiano con licenza italiana dovrebbe rientrare nella griglia di partenza di un Gran Premio di Formula 1, cosa che non accade dal 2011, quando si ritirò l’ultimo alfiere tricolore, Jarno Trulli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: