Fernando Alonso correrà ad Austin, Montezemolo se lo coccola sul sito della Ferrari e vissero felici e contenti

Con un cinguettio su Twitter, Alonso mette a tacere ogni speculazione sulla sua presenza ad Austin: preparo la valigia, darò il 100% come sempre. Montezemolo lo elogia sul sito della Ferrari. Che carini…

Ferrari Australia with Fernando Alonso at Zagame 14 March 2013

Con un cinguettio su Twitter, Fernando Alonso ha messo fine a ogni speculazione circa la sua presenza ad Austin, su cui noi stessi avevamo sollevato qualche perplessità. “Ciao! Faccio la valigia per Austin, ancora con qualche dolore, ma più impaziente e fiducioso di aiutare il Team (con la maiuscola, ndr)” ha scritto il pilota di Oviedo, che ha poi assicurato che cercherà “di dare il 100% come sempre!“.

A fare eco alle parole del pilota spagnolo il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, che ha affidato alle colonne aziendali del sito web del Cavallino Rampanti le sue riflessioni, con un “cappello” dell’ufficio stampa che bacchetta i malpensanti (ebbene, percuoteteci…).

Chi dubitava della dedizione di Fernando Alonso alla causa ferrarista è servito” dice l’estensore della nota. “Il pilota spagnolo sarà regolarmente presente al Gran Premio degli USA questo fine settimana ad Austin, in Texas, come ha lui stesso confermato ai tifosi via Twitter“, completa il danno.

“Ovvio che Fernando, dopo le conseguenze della compressione subita sulla schiena in occasione del salto sul cordolo ad Abu Dhabi nove giorni fa, difficilmente sarà in perfetta forma ma ci tiene tremendamente a fornire il suo fondamentale contributo alla squadra in questo finale di stagione in cui ogni punto è importante nella lotta per il secondo posto nel campionato Costruttori” viene affermato nella dichiarazione a uso e consumo degli andreottiani in corpore et animo, ossia chi – come noi – ha pensato a qualche mistero insondabile.

Così, Luca Cordero di Montezemolo può ammettere di essere “contento di vedere un Fernando così voglioso di dare il massimo, anche quando non è in condizioni ottimali“, circostanza che è “un segno di quanto sia attaccato ai nostri colori e sono sicuro che il suo esempio servirà da ulteriore stimolo a tutta la squadra per terminare nella maniera migliore questo campionato“.

Peccato che in questi giorni sia calato il silenzio più assoluto, sia di Alonso e del suo manager che della Ferrari, sulle condizioni del pilota spagnolo. E che ieri, alle finali mondiali della Ferrari sul circuito del Mugello Alonso non si sia visto neanche in fotografia. Ma le stesse parole dell’ufficio stampa Ferrari e di Montezemolo testimoniano un “silenzio radio” tra il team e il pilota asturiano, che non sembra essere un buon indice di vita interna alla squadra.

Insomma, se dobbiamo credere alle buone relazioni tra Alonso e la Ferrari, ci crediamo. Se dobbiamo ammettere di avere ecceduto nella dietrologia, beh forse è vero. Però meravigliarsi della meraviglia di un silenzio senza capo né coda è quanto meno singolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: