Roma, tensione nella sede del Pd Irruzione dei disoccupati campani

Un gruppo di circa 50 persone irrompe al Nazareno (foto da Youreporter) e travolge i due poliziotti di vigilanza all’ingresso, prendendoli a calci e pugni. I manifestanti sono stati identificati e portati in commissariato

20131203-assalto-sede-pd-2-660x440

Tensione alta per un’irruzione nella sede nazionale del Pd di largo del Nazareno a Roma. Un gruppo di lavoratorori Lsu campani, circa cinquanta, è riuscito a superare il blocco della sicurezza travolgendo i due poliziotti di vigilanza, presi a calci e pugni, e arrivando agli ascensori, subito bloccati.

Poco dopo è arrivata la polizia che ha riportato la situazione sotto controllo, bloccando all’interno della sede del Pd una quarantina di persone, mentre altre dieci persone sono state fermate all’esterno.

In totale sono circa 50 le persone identificate e portate in commissariato. La loro posizione è al vaglio; saranno analizzate anche le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza. Le forze dell’ordine continuano a presidiare la sede dei democratici. La scorsa settimana una delegazione di Lsu campani era stata ricevuta dal segretario Guglielmo Epifani.

Secondo quanto si è appreso gli investigatori dovranno cercare di identificare gli autori dell’aggressione ai danni di un poliziotto che è stato preso a calci e pugni. I tafferugli sono scoppiati quando un gruppo di persone è entrata nella sede del Partito democratico a Roma e ha cercato di prendere gli ascensori per salire ai piani superiori, dove ci sono le stanze dei dirigenti del partito.

Secondo quanto riferiscono dalla sede Pd, ci sono stati attimi di tensione, gli occupanti, una trentina di persone, avrebbero prima spintonato gli usceri del Pd che impedivano l’accesso agli ascensori e poi avrebbero scelto di entrare nella redazione di Youdem, la tv del partito che ha i suoi uffici al piano terra, subito dopo l’ingresso.

Credit: Adnkronos, TMNews

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: