Dietro i candelabri, il coming out impossibile di Liberace

Steven Soderbergh realizza un biopic luccicante come i vestiti dello showman più famoso di Las Vegas

Behind-the-candelabra

1977: il giovane Scott Thornson al termine di uno dei suoi celebri spettacoli conosce il cantante e showman Liberace, che subito nota in lui un possibile amante e pupillo da plasmare a sua immagine e somiglianza. Sarà l’inizio di una passionale e tormentata storia d’amore che segnerà la vita di entrambi.

In un’epoca in cui fare coming-out non era affatto una cosa semplice (non lo è nemmeno adesso, ma la situazione decisamente migliorata se non altro negli States), il celebre Liberace, con i suoi abiti sfarzosi e luccicanti, era indubbiamente sotto la lente del gossip più acceso. Il film di Steven Soderbergh, uscito negli USA come prodotto per la rete televiiva HBO e da noi in arrivo in sala il 5 dicembre, ritrae fedelmente quella situazione di disagio che certi comportamenti potevano suscitare nell’opinione pubblica, soprattutto se a incarnarli era una celebrità come il famoso pianista di Las Vegas. Il biopic parte dalla fine degli anni Settanta e percorre tutti gli Ottanta fino ad arrivare alla morte di Liberace, dovuta a complicazione causate dall’AIDS.

Liberace negò sempre la sua natura omosessuale, arrivando perfino a denunciare il Daily Mirror per aver avanzato questa ipotesi. Difatti il film prende a riferimento il punto di vista di Scott Thornson e il suo libro autobiografico (Behind the Candelabra: My Life with Liberace). Il riconoscibile stile registico di Soderbergh evidenzia e si compiace dei lustrini, delle pellicce e del lusso sfrenato della villa (e della vita) di Liberace, dando un inaspettato ma fondamentale peso alle sublimi interpretazioni di Michael Douglas (tornato in splendida forma dopo il male che lo ha colpito negli ultimi anni) e Matt Damon; due premi Oscar al servizio di un racconto esagerato e veritiero sullo star system americano negli anni Settanta e Ottanta.

Il film ha ricevuto 3 Emmy Awards: miglior film o miniserie, miglior attore a Michael Douglas e miglior regia a Steven Soderbergh.

VOTO : 6,5

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il trailer italiano ufficiale:

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: