Allarme inquinamento a Shanghai, chiuse tutte le scuole

Secondi i dati registrati dal consolato americano di Shanghai la concentrazione di polveri sottili e smog nella capitale economica della Cina avrebbe superato di venti volte il limite consentito. Chiuse tutte le scuole cittadine

inquinamento

Scatta l’allarme inquinamento a Shanghai, dove questa mattina le autorità cittadine hanno deciso di chiudere tutti gli istituti scolastici per via della fitta coltre di smog e dell’altissima concentrazione delle polveri sottili pm 2,5. A registrare i dati allarmanti il consolato americano della capitale economica della Cina che ha verificato la presenza di pm 2,5 a 509 microgrammi per metro cubo, cifra che ha superato il limite di 500 nella scala Air Quality Index dell’Epa, l’agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti.

Se le centraline ufficiali della città più popolosa del mondo hanno registrato un dato di 447, senza però indicare l’orario in cui è avvenuta la misurazione, altre centraline hanno riportato cifre di poco superiori ai 500 microgrammi. Il record raggiunto in passato aveva toccato i 317 μg. Cifre preoccupanti, dunque, dal momento che l’Oms stabilisce che il limite per la concentrazione di pm 2,5 nell’aria non debba superare i 25 microgrammi per metro cubo. A Shanghai quello attuale, invece, supera di più di 20 volte la soglia stabilita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130628-twitter-very-little@Rosalia Bonfardino

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: