Censis: italiani in preda all’incertezza, tensione per le spese

Le famiglie italiane tornano “indietro di 10 anni” sui consumi, in un Paese che appare “smarrito”. Il 50% delle famiglie italiane ridurrà le spese, il 76% a caccia di promozioni

20131206-censis-crisi-portafoglio-660x371

L’incertezza ha preso il sopravvento non solo sull’ottimismo ma anche sul pessimismo e una larga parte degli italiani scopre “un’intima fragilità”. E la fotografia del paese scattata dal Censis, secondo cui la quota di incerti verso il futuro e’ passata dal 13% del 2010 al 33%. Il 47esimo Rapporto sulla società’ italiana, rileva come l’incertezza assuma poi la forma della preoccupazione: la pressione fiscale e le spese non derogabili comportando uno stato di tensione continua. Il 52% delle famiglie – scrive il Censis – sente di avere difficoltà a preservare i propri risparmi e quasi il 50% sente di non riuscire a mantenere il proprio tenore di vita. Il 72,8% si sentirebbe in difficoltà se dovesse affrontare spese impreviste di una certa portata, come quelle mediche (oppure riparazioni per la casa o per l’auto), il 24,3% ha difficoltà a pagare tasse e tributi e quasi il 23% ha difficoltà a rispettare le scadenze delle bollette.

SPESE FAMIGLIE INDIETRO DI 10 ANNI, “PAESE SMARRITO”

Nel 2013 le spese delle famiglie sono tornate indietro di oltre 10 anni, mette in evidenza il Censis, sostenendo che questo sia l’anno culmine di un lungo trend di decrescita che parla di un “Paese smarrito” e i consumi descrivono “un Paese sotto sforzo o, meglio, profondamente fiaccato da una crisi persistente”. Le spese per prodotti alimentari sono scese del 6,7% dai primi anni 2000, quelle per abbigliamento e calzaturiere del 15%, per arredamento e manutenzione casa dell’8%, per i trasporti del 19%. Viceversa sono cresciute le spese per utenze domestiche e manutenzione casa (+6,3%) e quelle medico-sanitarie (+19%).
Nell’ultima parte del 2013 ben il 69% di un campione di 1.200 famiglie ha indicato una riduzione e un peggioramento della capacita’ di spesa nel corso dell’anno, mentre appena il 2% ha indicato un miglioramento.

50% FAMIGLIE RIDURRÀ SPESE, 76% A CACCIA DI PROMOZIONI

Le famiglie italiane hanno rivisto i consumi e quasi il 50% prevede di contenere nei prossimi mesi le spese familiari.

Secondo il Censis il 76% da’ la caccia alle promozioni, il 63% scegli gli alimenti in base al prezzo piu’ conveniente, il 62% ha aumentato gli acquisti di prodotti di marca commerciale, il 68% ha diminuito le spese per cinema e svago, il 53% ha ridotto gli spostamenti con auto e scooter per risparmiare benzina, il 45% ha rinunciato al ristorante. Il Censis sottolinea poi che 1,2 milioni di famiglie non sono riuscite a coprire le spese con il proprio reddito e hanno fatto ricorso a prestiti di amici. Come in passato, e’ intervenuta la messa in sicurezza delle reti familiari: sono poco meno di 8 milioni le famiglie che hanno ricevuto dai parenti una forma di aiuto nell’ultimo anno.

Credit: AGI

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: