Bankitalia: famiglie italiane più ricche di quelle americane e tedesche, ma meno delle francesi

Secondo il “Bollettino statistico di Banca d’Italia“, ‘La ricchezza delle famiglie italiane 2012‘, le famiglie italiane hanno un reddito disponibile maggiore di quelle degli Stati Uniti e della Germania: è un dato che può essere letto anche in un altro modo? Tiene conto del peso fiscale delle famiglie italiane e dello spread con i servizi ricevuti?

Bollettino statistico di Banca d'Italia", 'La ricchezza delle famiglie italiane 2012

Dal Bollettino statistico di Bankitalia, i cui dati sono stati diffusi ieri (e di cui abbiamo parlato qui), emerge che la crisi non avrebbe distrutto la ricchezza delle famiglie italiane più di quanto sia accaduto a quelle tedesche o statunitensi, grazie a un minore livello di indebitamento.

20131214-bankitalia-tav1a-660x197

Nonostante il calo degli ultimi anni, le famiglie italiane mostrano nel confronto internazionale un’elevata ricchezza netta, pari nel 2011 a 7,9 volte il reddito lordo disponibile“, si legge nel bollettino, “tale rapporto è comparabile con quelli di Francia, Regno Unito e Giappone e superiore a quelli di Stati Uniti, Germania e Canada“. “Il rapporto fra attività reali e il reddito disponibile lordo, pari a 5,5, è inferiore soltanto a quello delle famiglie francesi“, prosegue Bankitalia.

20131214-bankitalia-tav3a-660x421

Relativamente basso risulta il livello di indebitamento (82 per cento del reddito disponibile), nonostante i significativi incrementi degli ultimi anni“.

Tuttavia, occorre valutare la rilevazione di Bankitalia in modo più olistico, perché le famiglie italiane subiscono un peso fiscale incomparabile, maggiore di quello delle famiglie statunitensi, tedesche e canadesi, quanto meno in termini reali. Le famiglie italiane – il vero welfare funzionante del Paese – devono affrontare lo spread tra tasse pagate e servizi non ricevuti dallo Stato o dalla qualità discutibile, ma comunque non paragonabile ai servizi ricevuti dai francesi, che pur pagando più tasse risultano “più ricche”.

Credit: AGI, Adnkronos

Ultimo aggiornamento 15 Dicembre 2013, ore 23.28 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares

7 pensieri riguardo “Bankitalia: famiglie italiane più ricche di quelle americane e tedesche, ma meno delle francesi

  • 15/12/2013 in 11:21:27
    Permalink

    dovrebbero dirlo a quelle persone che hanno chiuso le fabbriche strozzati dalle tasse,o ancora meglio a quelle persone che si sono ammazzate da i debiti; eppure in italia stiamo ancora bene che vergogna

  • 15/12/2013 in 10:00:29
    Permalink

    Ma forse intendono le famiglie dei politici Italiani?

  • 15/12/2013 in 09:46:54
    Permalink

    quindi bisogna essere ottimisti visto che
    sappiamo che qualcuno sta peggio
    ma che parametri usano
    le famiglie americane vivono sul debito e si comprano tutto
    noi abbiamo quattro soldi da parte (anzi due) e non spendiamo piu’ nulla
    ma chi fa questi studi?

  • 15/12/2013 in 09:41:43
    Permalink

    allora sono messe proprio male le famiglie americane

  • 15/12/2013 in 09:18:20
    Permalink

    Ci stanno preparando per tassarci i risparmi.?

  • 15/12/2013 in 08:38:45
    Permalink

    Infatti le famiglie storicamente più “potenti” in Italia sono ricchissime e nella media entrano anche loro ed alzano le cifre, i single poveri e ricchi non sono considerati (e sono sicuramente i più)……..ma andate a fare …..statistiche!!!

  • 14/12/2013 in 12:39:20
    Permalink

    Sono proprio felice di far parte di una ricca famiglia italiana adesso che me lo hanno detto.

I commenti sono chiusi

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: