Natale in casa Cupiello…pardon: Ferrari! A Maranello si è festeggiato il campione del mondo Endurance, Gianmaria Bruni

Ieri si è svolto a Maranello il tradizionale pranzo di Natale natalizio, con tutti i protagonisti del Cavallino Rampante all’interno del padiglione logistica: dipendenti della Scuderia, piloti e rappresentanti dei partner tecnici e commerciali. Sul palco le due grandi protagoniste dell’annata sportiva: la F138 – che ha portato ancora una volta sul podio (la diciannovesima in vent’anni) il team nel Campionato Costruttori – e la 458 GTE, vincitrice di un triplo titolo iridato (Piloti, Squadre, Costruttori) nel Campionato del Mondo FIA Endurance. Salutato Massa, cui è stato regalato il motore della “sua” F2008. La Ferrari sta pensando di tornare alla 24 Ore di Le Mans con una LMP1!

Luca Cordero di Montezemolo nel discorso di Natale in "famiglia"

Maranello – Auguri, riflessioni e buoni propositi. Quando si avvicina il Natale in tutte le famiglie arriva il momento in cui ci si ritrova tutti insieme per scambiarsi gli auguri, riflettere su ciò che è stato e pensare a cosa si vuol fare l’anno prossimo. E la grande famiglia della Scuderia Ferrari non fa eccezione.

Ieri si è svolto il tradizionale pranzo natalizio in casa…Ferrari, occasione che ha visto raccolti insieme all’interno del padiglione della logistica tutti i dipendenti della Scuderia, i piloti e i rappresentanti dei partner tecnici e commerciali. Sul palco c’erano le due grandi protagoniste dell’annata sportiva: la F138 che ha portato ancora una volta sul podio (la diciannovesima in vent’anni) la squadra nel Campionato Costruttori, e la 458 GTE, vincitrice di un triplo titolo iridato (Piloti, Squadre, Costruttori) nel Campionato del Mondo FIA Endurance.

Il momento clou, come di consueto, è stato il discorso d’auguri del presidente Luca di Montezemolo. «Come da tradizione sono molto felice di avervi tutti riuniti qui oggi perché dentro a questa struttura ci sono molti degli uomini e delle donne della Ferrari e non mi stancherò mai di dire quanto siate voi il vero patrimonio della nostra meravigliosa azienda», ha detto il presidente della Ferrari.

«Voglio ringraziarvi tutti per l’impegno che avete dimostrato» ha aggiunto Montezemolo, che però ha ammesso «l’amarezza per non aver disputato una stagione come avremmo voluto, soprattutto dopo un inizio positivo che tutti speravamo potesse proseguire». «È stato sicuramente per qualche fattore esterno, ma principalmente perché non abbiamo portato in pista i miglioramenti necessari, un errore che non dobbiamo ripetere».

«Vorrei dar merito a Domenicali per avercela messa tutta» ha affermato il capo della Scuderia di Maranello, con una dichiarazione che taglia ogni speculazione sul team principal del team. «È grazie al suo lavoro e a quello dei suoi collaboratori» ha poi proseguito il “presidentissimo” «che stiamo facendo un progresso sugli strumenti e sulle tecnologie che saranno utili per tornare a vincere. Certamente mi sono stufato di arrivare secondo: abbiamo tutte le capacità, le competenze e lo spirito per tornare sul gradino più alto del podio. Ognuno di voi», ha poi ammonito bonariamente (ma neanche tanto…) Montezemolo «dovrà lavorare con grande determinazione e ottenere la pole position nel proprio lavoro: questo l’impegno che chiedo a tutti voi».

Nel ripercorrere l’anno che sta per concludersi, Montezemolo ha ricordato i successi importanti ottenuti nei Campionati GT. «Anche questa stagione abbiamo avuto grandi soddisfazioni nel mondo delle competizioni GT. Voglio fare i complimenti ad Amato Ferrari e alla sua squadra AF Corse», ha affermato, non facendosi sfuggire una battuta che potrebbe essere scontata, ma che invece suscita emozione: «Ferrari che vince un campionato con una Ferrari è senz’altro un bel connubio», ha detto il presidente, suscitando i sorrisi compiaciuti di tutti i presenti. «Ringrazio tutta la squadra di Corse Clienti, i piloti e in particolare il nuovo Campione del Mondo, Gimmi Bruni», ha proseguito il presidente del “Mito”, assicurando che c’è un «continuo sviluppo sul mondo GT e il trasferimento tecnologico ai modelli stradali è da sempre una parte integrante delle nostre attività».

Poi una battuta che è una conferma delle indiscrezioni che si rincorrono da qualche tempo: «Abbiamo vinto con la 458GTE ma anche l’idea di correre a LeMans nella massima categoria non mi dispiace: chissà che un giorno potremmo tornarci, vincere, ringraziare e tornarcene a casa. Forse ci penseremo seriamente… ». La Ferrari sta pensando di tornare alla 24 Ore di Le Mans con una LMP1!

Infine, Montezemolo ha rivolto un ringraziamento ai due piloti ufficiali del 2013. «Fernando in questi anni ha dato tutto e merita di avere una macchina competiva per riuscire a vincere un Mondiale con la Rossa. Capisco anche certi momenti di frustrazione, condivisi da tutti noi, ma sono certo che sa bene cosa rappresenta la Ferrari e per questo avrà ancora più volontà di dare il massimo».

Un saluto speciale e commosso è stato rivolto a Felipe Massa. «A Felipe farà bene uscire dalla Ferrari – ha detto Montezemolo – tornerà con nuove motivazioni, come i giocatori di calcio che cambiano squadra per un periodo prima di rientrare nella propria. Le porte di questa azienda saranno sempre aperte per un uomo e un pilota delle sue qualità, ha legato il suo nome alla Ferrari e voglio ringraziarlo per il suo contributo in questi otto anni trascorsi insieme». Il discorso di Montezemolo è stato interrotto da lunghi applausi e si è concluso con una standing ovation.

Insomma, se Massa si scrollasse di dosso quella depressione avuta dopo la perdita del mondiale nel 2008 e l’incidente in Ungheria l’anno dopo, chissà che alla Ferrari non potrebbe tornare, magari per guidare a Le Mans quando deciderà che il suo lavoro in Formula 1 sia concluso.

A Felipe Massa il presidente Montezemolo ha fatto uno speciale regalo di Natale: il motore della “sua” F2008. Il pilota brasiliano ha voluto ricambiare, donando a Montezemolo e alla Ferrari il suo casco dedicato alla Ferrari con cui ha corso l’ultimo GP del Brasile. Chissà che questi regali non testimonino un legame che si prende una pausa, per tornare più forte e vincente che pria…

Addio o arrivederci che sia, Massa e Ferrari per ora chiudono la pagina comune della storia del Cavallino Rampante in F1. In bocca al lupo ad entrambi.

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: