“Femen”: bloccato un tentativo di blitz in topless pro aborto in piazza San Pietro

La tentata manifestazione nei pressi della Sala Stampa vaticana in Via della Conciliazione

20131220-femen-1-660x371

Una attivista del movimento ucraino Femen è stata fermata ieri dalla Polizia, al termine di una colluttazione, nei pressi della Sala Stampa Vaticana di via della Conciliazione. Secondo gli agenti, la donna, nota attivista del movimento femminista, stava preparando un blitz in topless a piazza San Pietro. La Femen, riconosciuta dagli agenti in servizio attorno al Vaticano, ha tentato la fuga, ma è stata bloccata al termine di un breve inseguimento, al termine del quale ha ingaggiato una colluttazione, che è costata qualche medicazione per un agente dell’ispettorato di pubblica sicurezza presso il Vaticano.

20131220-femen-2-660x371

La donna è stata poi portata negli uffici della Polizia di via del Mascherino. Inna Shevchenko, leader del movimento femminista ucraino, è famosa per numerosi episodi del genere in tutto il mondo. La donna ha sempre giustificato le azioni del gruppo affermando, in modo provocatorio, dicendo che togliersi gli indumenti durante le proteste “serve affinché le persone possano vedere che non portiamo armi, eccetto i nostri corpi“.

Il fermo è avvenuto davanti alle telecamere presenti fuori dalla sala stampa vaticana. La Shevchenko – che aveva sul braccio una scritta, ‘Abortion’, e sul petto “Christmas Canceled” – è stata arrestata con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Credits: AGI, TMNews

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: