Coldiretti: salvati dalla spazzatura 200 milioni di euro di avanzi sulle tavole delle feste

La Coldiretti ha elaborato questa stima nel valutare che quasi sette italiani su dieci (il 68 per cento) hanno trascorso a casa il tradizionale cenone del Capodanno

Oltre 200 milioni di euro di cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, una prassi tornata con prepotenza nelle abitudini alimentari degli italiani con la crisi. La Coldiretti ha elaborato questa stima alla fine delle festività sulla base della percentuale degli italiani – il 68 per cento – che hanno trascorso a casa il cenone del Capodanno.

Quest’anno ben il 73 per cento degli italiani ha ridotto gli sprechi, secondo l’indagine Coldiretti/Ixè. Tra chi ha tagliato gli sprechi, l’80 per cento ha fatto la spesa in modo più oculato, il 26 per cento ha ridotto le dosi acquistate, ma solo il 56 per cento ha riutilizzato gli avanzi.

Per il tradizionale appuntamento di fine anno con la tavola gli italiani, ha rilevato la Coldiretti, hanno speso quasi 1,9 miliardi di euro, il 5 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Con il Capodanno si stima che siano state stappate oltre 80 milioni di bottiglie di spumante, ma durante la notte più lunga dell’anno sono stati consumati anche 6,5 milioni di chili di cotechini e zamponi, con un aumento del 9 per cento rispetto all’anno scorso, serviti assieme a 10 milioni di chili di lenticchie, un dato che dimostra un ritorno alle tradizioni culinarie nazionali non come soluzione di ripiego, ma come riscoperta dei fondamenti culturali della cucina italiana.

Un classico piatto di recupero è la lenticchia, utilizzabile come base per un risotto, magari unito ad altri cereali come il farro, l’orzo e il riso integrale. Ve ne diamo di seguito una delle ricette possibili.

Riso integrale con lenticchie (per 4 persone)

240 gr di riso integrale, 240 gr di lenticchie, 1 scalogno, 1 carota, 1 costa di sedano, 1 spicchio di aglio (se lo gradite), olio extravergine di oliva, sale quanto basta (meno possibile…).
Procedimento:
Togliere le lenticchie dal frigo, dove saranno state conservate dopo il Capodanno (per evitare che andassero a male). Saltare nel frattempo lo scalogno tagliato a rondelle insieme alla carota, al sedano tagliati a dadini (e se lo gradite anche uno spicchio di aglio). Aggiungere le lenticchie e un po’ d’acqua, portandole all’ebollizione per due minuti (visto che le lenticchie sono già cotte). A parte cuocere il riso in abbondante acqua salata (1 cucchiaino per 3 litri di acqua). Cuocere  fino alla fine. A tre minuti dalla cottura definitiva, togliere il riso dal fuoco e unirlo alle lenticchie. Spegnere il fuoco e farlo riposare per due minuti, poi servire a tavola, con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e del formaggio tipo parmiggiano o grana padano (ma in alternativa gradevole anche pecorino sardo, siciliano o romano ovvero piave veneto stagionato e grattugiato).

Credits: Adnkronos

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: