Dai chirurghi estetici italiani di AICPE un aiuto per le Filippine: “Aiutiamo la ricostruzione dopo il tifone”

AicpeOnlus, il braccio no-profit dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, ha donato 10mila euro all’associazione filippina No One In Need. Nel 2014 l’obiettivo si sposta in Togo, per il primo progetto di chirurgia plastica umanitaria nei  paesi in via di sviluppo

20140116-aesthetic-surgery-philippines-660X440

Un contributo per aiutare le Filippine a rimettersi in piedi dopo il devastante tifone che le ha colpite a novembre. È la prima buona notizia del 2014 di AicpeOnlus, la branca di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) dedicata alla beneficenza ed al volontariato.

Il logo dell'AICPE, Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica«Nonostante anche in Italia si viva quotidianamente fra mille difficoltà, i problemi nostrani sono insignificanti se paragonati a quelli di chi ha davvero perso tutto: la casa, il lavoro e la possibilità di avere istruzione e cure adeguate», ha dichiarato Claudio Bernardi, chirurgo plastico e presidente di AicpeOnlus. Una presa d’atto che ha spinto la onlus a «raccogliere fondi tra i propri soci, pur in questo periodo di grave crisi economica, raggiungendo un considerevole e concreto traguardo».

Le Filippine sono state colpite a novembre dal tifone “Hayan“, che ha causato oltre 3600 vittime e ha lasciato milioni di persone senza casa. Uno dei più impetuosi cataclismi che abbiano mai colpito la terra. A due mesi dalla devastazione, il Paese del Far East sta cercando di rimettersi in piedi tra mille difficoltà.

L’iniziativa promossa da AicpeOnlus ha consentito di raccogliere 10mila euro, devoluti all’associazione N20140116-nooneneed-net-320x320o One In Need, attiva nella ricostruzione di case e scuole nelle Filippine. «Per avere la certezza che il denaro inviato venga utilizzato nella maniera migliore, è stata identificata un’organizzazione molto seria e affidabile, già attiva localmente da molto tempo, grazie anche all’aiuto di chirurghi plastici filippini, con i quali siamo in costante contatto», ha precisato Marco Stabile, tesoriere di AicpeOnlus. «Nei prossimi mesi verrà fornito un graduale resoconto di come sarà utilizzato il denaro inviato», ha spiegato Stabile. Questo progetto va ad affiancarsi ai numerosi altri che AicpeOnlus sta portando avanti da tempo in Africa, con missioni gestite in prima persona da medici che fanno parte dell’associazione.

AicpeOnlus è la branca no profit di Aicpe, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, dedicata alla beneficenza e al volontariato. Costituita nel 2012 con l’intento di sostenere in modo concreto i soci che sono impegnati in prima persona in progetti no profit in giro per il mondo, AicpeOnlus  raccoglie e gestisce i fondi in rapporto ad esigenze specifiche.

Per il 2014 l’obiettivo è centrato sull’Ospedale Saint Jean de Dieu in Togo, Africa, dove si sta realizzando il primo progetto di chirurgia plastica umanitaria nei  paesi in via di sviluppo, con tre missioni annuali. A questo si affiancano poi altre azioni di sostegno nella realizzazione di progetti insieme ad altre associazioni di volontariato.

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: