La cannabis fumata in gravidanza danneggia sviluppo nel feto

A questa conclusione sono giunti i ricercatori dell’Università di Vienna e Karolinska Institutet. Lo studio, pubblicato sulla rivista EMBO Journal

20140129-cannabis-gravidanza-660x371-did

Washington – Fumare cannabis durante la gravidanza potrebbe danneggiare lo sviluppo fetale del cervello. A dirlo uno studio condotto dal Karolinska Institutet e dall’università Medica di Vienna, e pubblicato sulla rivista EMBO Journal.

Gli scienziati hanno cercato di decifrare le basi molecolari dell’azione del più importante componente psicoattivo della cannabis, il Thc (Delta-9-tetraidrocannabinolo) sul cervello in via di sviluppo del feto durante la gravidanza.

I risultati dell’indagine – condotta su topi e tessuti cerebrali umani – hanno dimostrato che il consumo di cannabis durante la gravidanza danneggia lo sviluppo delle cellule nervose della corteccia cerebrale, la parte del cervello che orchestra le funzioni cognitive superiori e guida la formazione della memoria.

In particolare, il Thc ha un impatto negativo sul modo in cui funzioneranno, successivamente, sinapsi e assoni del cervello, le vie di comunicazione nervose fra i neuroni. Gli studiosi hanno anche identificato la Stathmin-2 come proteina target chiave per l’azione della Thc, e la sua perdita potrebbe essere responsabile della crescita difettosa dei nervi.

Credit: AGI

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: