Staffetta Renzi/Letta: la stampa anglosassone sul ‘caso Italia’: che figurone internazionale…

Financial Times su Letta: “Italia indebolita attende il ‘demolition man’ Renzi”, ma dice anche “il premier lotta per la propria sovravvivenza”. Il New York Times pone l’accento sulla lotta interna al presidente del Consiglio, mentre il Wall Street Journal parla di un esecutivo “appeso ad un filo, mentre il primo ministro italiano ha lanciato l’ultimo tentativo di tenerlo in vita”

20140213-renzi-letta-660x419

Un capo del governo che lotta per salvare la sua premiership in un’Italia indebolita che attende il ‘demolition man‘ Matteo Renzi. Il Financial Times dedica due articoli e due titoli oggi al caso Italia, con uno in prima pagina. “Il premier italiano si batte per la propria sopravvivenza alla guida del governo di coalizione in una lotta di potere che ricorda la rivalità medievale tra le città toscane di Pisa e di Firenze“, afferma il quotidiano, dando al Belpaese un fregio medievale che fotografa una situazione pessima.

Il Ft sottolinea come le battaglie politiche abbiano “indebolito le energie della coalizione e minato le sue priorità economiche“. “Invece di concentrarsi sui tagli alla spesa pubblica, sulla riduzione del debito e su una diminuzione dell’eccessivo costo del lavoro, sono stati persi mesi a soddisfare le richieste populiste di Berlusconi di abolire la tassa sulla proprietà“, continua il giornale secondo il quale “anche l’agenda politica di Letta – l’approvazione della legge elettorale e la modifica della costituzione per rendere l’Italia più governabile – si è insabbiata“. Di qui la richiesta, conclude il quotidiano britannico, “di un passaggio di poteri da Letta a Matteo Renzi, il neoeletto leader democratico soprannominato ‘il rottamatore’“.

Per il New York Times l’ultima sfida al premier italiano arriva dal suo stesso partito, la fotografia della realtà politica italiana di questi ultimi giorni, leggendo la strada percorsa dal governo di Letta fino alla rivalità con Renzi. Il quotidiano parla di un Enrico Letta che “ha dimostrato un’inaspettata capacità di resistenza“, come “una pignatta battuta ma che non si rompe” e ricorda che “quando ha assunto l’incarico in aprile, le previsioni parlavano di una caduta a breve del governo“. Pero’ “così non è stato“. Poi Silvio Berlusconi, “il potente ex premier, ha giurato di farlo cadere“. Ma “non è successo neanche questo“. Ma ora il 47enne Letta torna a lottare per salvare il suo governo e se stesso, “solo che questa volta la pressione arriva dal leader del suo Partito Democratico, la stella nascente Matteo Renzi“.

Anche il Wall Street Journal commenta la situazione italiana. “Il premier italiano lotta per salvare il governo“, si legge sul quotidiano amricano. Un governo “appeso ad un filo, mentre il primo ministro italiano ha lanciato l’ultimo tentativo” di tenerlo in vita “con un’agenda rinnovata“. Il quotidiano finanziario americano ricorda che “la fragile coalizione è a rischio dopo le pesanti pressioni da parte di Matteo Renzi, stella nascente della politica italiana e nuovo leader del Partito democratico di Letta“. “Il 39enne Renzi è impegnato in una lotta per il potere con il premier ed ha più volte accusato il suo governo di aver fatto troppo poco per aiutare l’Italia ad uscire dai due difficili anni di recessione“, scrive ancora il WSJ.

Credit: Adnkronos

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: