Venezuela, presidente Maduro minaccia di bloccare trasmissioni Cnn

“Vuol far credere che il Paese è in guerra civile”

20140221-venezuela-maduro-660x371

Caracas – Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha minacciato di bloccare le trasmissioni della rete satellitare statunitense Cnn nel Paese se questa non modificherà la propria programmazione.

Occorre far cessare questa propaganda di guerra: guardo la Cnn nel mio ufficio 24 ore al giorno, si tratta di una programmazione di guerra, vogliono far credere al mondo che il Paese è in stato di guerra civile mentre in Venezuela la gente lavora“, ha dichiarato Maduro alla televisione pubblica venezuelana.

La settimana scorsa il governo venezuelano aveva bloccato le trasmissioni della rete colombiana Ntn24, accusandola di voler creare “timore” nella popolazione diffondendo immagini di scontri e violenze dopo alcune manifestazioni dell’opposizione.

Credit: TMNews

Shares

Un pensiero riguardo “Venezuela, presidente Maduro minaccia di bloccare trasmissioni Cnn

  • 06/04/2014 in 19:41:49
    Permalink

    dopo tutto quello che si legge e non tutto, perchè non mostrano le torture subite contro gli studenti che sono gli unici ad avere il coraggio di combattere solo con lancio di pietre e bottiglie molotov contro l’esercito munito di ogni mezzo per ammazzarli. Ancora i sinistroidi qui in Italia che inneggiano a Maduro, non hanno capito che è DITTATURA, dove non c’è libertà di parola, di pensiero. Mancano i generi alimentari e quando si trova qualcosa la gente fa ore e ore di fila per comprare. Queste notizie le so perchè me le raccontano i miei familiari che stanno vivendo questa orribile situazione politica. Maduro dice che in Venezuela è tutto calmo, non succede nulla e se c’è qualcosa sono gli USA che complottano. Non vengono mostrate le foto con le torture subite, non dicono quanti morti ci sono stati. Chi inneggia questa politica di Maduro andasse in Venezuela a verificare cosa relamente succede e dopo possono giudicare.

I commenti sono chiusi

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: