Bonino commenta esclusione: ‘non sapevo nulla, dirò in piazza cosa penso’. Così spiega tutto…

L’ira dell’ex ministra degli Esteri al ‘Corriere della Sera’: “nessuno mi ha chiamato. Non so perché mi hanno fatto fuori”. Un linguaggio che si commenta da sé. Ultimora: Graziano Delrio rivela “ero presente alla telefonata di Matteo Renzi”. Bonino: “smentisco il Corriere della Sera. Renzi mi ha telefonato”

20140222-emma_bonino_660x355

Roma – “Nessuno mi ha avvertita“, “io non sapevo nulla“. Il ministro degli Esteri uscente, Emma Bonino, è infuriata per la mancata riconferma alla Farnesina e in un colloquio con il ‘Corriere della Sera‘ spiega di avere appreso che al suo posto sarebbe andata Federica Mogherini dalla televisione.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha detto Bonino, non l’ha neanche avvertita: “Nessuno mi ha chiamato. Io non sapevo assolutamente nulla. Perché mi hanno fatta fuori? Io davvero non lo so“. Ogni giudizio su Mogherini, tuttavia, Bonino lo ha rimandato a oggi pomeriggio alle 17.30 a Largo Argentina a Roma: “l’appuntamento per ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto e aiutato“.

Parole e approccio, furia e sdegno, che qualificano il comportamento poco istituzionale di Emma Bonino, che come ministro degli Esteri è stato un aborto. Forse la signora Bonino pensava di aver acquisito un diritto all’usucapione brevissima sulla Farnesina?

La conduzione dei temi più scottanti nell’agenda del Governo Letta – forse anche per una certa morbida benevolenza dello stesso ex presidente del Consiglio – è stata di profilo bassissimo, con punte di assoluta censurabilità negli ultimi giorni quando, forse per perorare la propria riconferma, ha alzato i toni verso il governo indiano sulla questione dei marò, in modo irresponsabile e soprattutto contrastante con la realtà dei fatti.

Fatti che parlano, senza possibilità di smentita, di una gestione della politica estera italiana del tutto evanescente. Fino al ridicolo intervento a favore di Vladimir Luxuria, della quale era stato propagandato un arresto mai avvenuto, ma per cui si era mobilitato il personale diplomatico a Sochi. Salvo poi scoprire una Luxuria lussuriosa in un night fino alle 4.

Sarebbe il caso che Emma Bonino tacesse, per il bene suo e delle istituzioni, e che la smettesse di prendere in giro gli italiani con una strumentazione ideologica e incline solo ad affermare una valutazione benevola nei propri confronti. Sulla base dei risultati, è indubbio che l’ex ministra degli Esteri italiana sia la più sopravvalutata protagonista del panorama politico italiano.

Forse è arrivato il tempo di una serena pensione. Grazie di tutto (quello che non ha saputo fare).

Aggiornamento delle 13.01

Graziano Delrio, neo sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, a margine della cerimonia di giuramento del nuovo Governo presieduto da Matteo Renzi, ha rivelato di essere stato testimone della telefonata a Emma Bonino, con cui il presidente del Consiglio incaricato la informava che non l’avrebbe riconfermata agli Esteri.

La dichiarazione di Delrio – uomo misurato e per nulla incline alla spettacolarizzazione della politica – getta un’ombra di disdoro sull’atteggiamento e sulle parole di Emma Bonino, alla quale ora rimane solo una scelta: quella di accomiatarsi dal panorama politico italiano e di entrare in un meritato oblio.

Aggiornamento delle 13.47

Emma Bonino ha smentito quanto scritto dal “Corriere della Sera”: “Matteo Renzi mi ha personalmente chiamata”, ha detto la ex ministra degli Esteri. Ora bisognerà capire chi dice il vero, anche se la nostra opinione sulla condotta tenuta alla Farnesina rimangono intonse. 

Credit: TMNews

Ultimo aggiornamento 22 Febbraio 2014, ore 13.01 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: