Storico Concistoro: Papa Francesco nomina 19 cardinali alla presenza del Pontefice Emerito, Benedetto XVI

Per la prima volta nella Storia della Chiesa, un Concistoro si svolge alla presenza del Papa in carica e del Pontefice Emerito. Creati 19 nuovi cardinali, 16 dei quali entrerebbero in un eventuale Conclave, 3 ultra ottantenni

20140222-abbraccio-papa-francesco-papa-benedetto-660x467

Città del Vaticano – Storico avvio del Concistoro. Per la prima volta nella Storia della Chiesa, una cerimonia pubblica si è svolta alla presenza del Papa “in carica” e del Pontefice emerito. Infatti, dopo aver guidato la processione d’ingresso, Papa Francesco si è avvicinato al Papa Emerito Benedetto XVI per scambiare un abbraccio, prima di raggiungere la sua sedia.

Ratzinger aveva la papalina bianca in mano ed è apparso sorridente e in buona salute, nella prima partecipazione di Benedetto XVI a una liturgia in San Pietro, dopo la rinuncia del 28 febbraio 2013. In luglio, però, era gia’ stato accanto a Francesco nei Giardini Vaticani per la benedizione di una statua dell’Arcangelo San Michele, collocata a pochi passi dal monastero Mater Ecclesiae dove attualmente il Papa Emerito risiede.

Papa Francesco ha pronunciato – nel suo primo Concistoro – i nomi dei 19 nuovi cardinali, 16 dei quali entrerebbero in un eventuale Conclave e 3 ultraottantenni. In quel momento e’ stato superato di due unita’ il numero dei cardinali elettori fissato da Paolo VI. Da oggi sono infatti 122, dei quali 41 creati da Giovanni Paolo II, 65 creati da Benedetto XVI e 16 da Papa Francesco. I non-elettori saranno invece 96: 2 creati da Paolo VI, 75 da Giovanni Paolo II, 16 cda Benedetto XVI e 3 creati da Francesco.

In totale dunque i cardinali di Santa Romana Chiesa da oggi sono 218: 2 creati da Paolo VI, 116 da Giovanni Paolo II, 81 da Benedetto XVI, 19 creati da Francesco. I nuovi porporati provengono da 15 Paesi: 8 dall’Europa: 5 dall’Italia, tra cui un non elettore, 3 dal resto dell’Europa (Germania, Gran Bretagna e Spagna/non elettore), 4 dall’America settentrionale e centrale (Canada, Nicaragua, Haiti e Antille/non elettore), 3 dall’America meridionale (Cile, Brasile, Argentina), 2 dall’Africa (Costa d’Avorio e Burkina Faso), 2 dall’Asia (Corea e Filippine).

I nuovi cardinali:

1 – Mons. Pietro Parolin, Arcivescovo titolare di Acquapendente, Segretario di Stato.

2 – Mons. Lorenzo Baldisseri, Arcivescovo titolare di Diocleziana, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi.

3 – Mons. Gerhard Ludwig Müller, Arcivescovo-Vescovo emerito di Regensburg, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

4 – Mons. Beniamino Stella, Arcivescovo titolare di Midila, Prefetto della Congregazione per il Clero.

5 – Mons. Vincent Nichols, Arcivescovo di Westminster (Gran Bretagna).

6 – Mons. Leopoldo José Brenes Solórzano, Arcivescovo di Managua (Nicaragua).

7 – Mons. Gérald Cyprien Lacroix, Arcivescovo di Québec (Canada).

8 – Mons. Jean-Pierre Kutwa, Arcivescovo di Abidjan (Costa d’Avorio).

9 – Mons. Orani João Tempesta, O.Cist., Arcivescovo di Rio de Janeiro (Brasile).

10 – Mons. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve (Italia).

11 – Mons. Mario Aurelio Poli, Arcivescovo di Buenos Aires (Argentina).

12 – Mons. Andrew Yeom Soo-jung, Arcivescovo di Seoul (Korea).

13 – Mons. Ricardo Ezzati Andrello, S.D.B., Arcivescovo di Santiago del Cile (Cile).

14 – Mons. Philippe Nakellentuba Ouédraogo, Arcivescovo di Ouagadougou (Burkina Faso).

15 – Mons. Orlando B. Quevedo, O.M.I., Arcivescovo di Cotabato (Filippine).

16 – Mons. Chibly Langlois, Vescovo di Les Cayes (Haïti).

– Arcivescovi emeriti, che si sono distinti per il loro servizio alla Santa Sede e alla Chiesa:

1 – Mons. Loris Francesco Capovilla, Arcivescovo titolare di Mesembria.

2 – Mons. Fernando Sebastián Aguilar, C.M.F., Arcivescovo emerito di Pamplona.

3 – Mons. Kelvin Edward Felix, Arcivescovo emerito di Castries.

Credit: AGI, News.va

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: