Esplosione a New York in East Harlem, due edifici collassano. Due morti e 16 feriti. ‘Tutto sotto controllo’ affermano autorità

Ultimo aggiornamento 12 Marzo 2014, ore 17.31

Sembra esclusa l’ipotesi del terrorismo. La cusa probabilmente è una fuga di gas. Bloccata la metropolitana che passa proprio accanto ai due edifici crollati. Al lavoro molte squadre del FDNY  (Fire Department New York). Bilancio al momento di 15 feriti, di cui 11 non gravi

20140312-explosion-fox-news

Testimoni oculari, intervistati dagli inviati dell’emittente Fox News, riferiscono di una fortissima esplosione seguita dal crollo di un edificio. Secondo la CNN, che cita lavoratori edili che lavorano vicino al luogo dell’esplosione, gli edifici crollati sono due.

Sempre secondo la CNN altri edifici sarebbero stati coinvolti dall’esplosione e dal crollo dei primi due.

Ci sarebbero persone intrappolate nelle macerie. Gli ospedali di New York sono stati posti in stato di massima allerta. Quattro persone gravemente ferite sarebbero già state portate in un ospedale vicino ad Harlem, la zona dell’esplosione, e altre 11 sarebbero in cura dal personale di emergenza che sta accorrendo in massa nella zona.

Ma nel frattempo il bilancio si è aggravato. Due persone sono decedute, secondo quanto riportato da Sky News, i feriti sarebbero sempre 16, ma il bilancio potrebbe aggravarsi ulteriormente, secondo un ufficiale della Polizia Metropolitana citato dall’ABC.

 

20140312-buildings-collapsed-660x370

La circolazione della metropolitana della linea Metro-North Railroad è stata sospesa, a causa dei detriti caduti sulle rotaie a seguito dell’esplosione dei due edifici poi crollati. Le immagini dall’elicottero di Fox News hanno mostrato come la linea ferrata passi proprio di fronte ai due edifici crollati.

Secondo informazioni non confermate, una squadra di artificieri sarebbe già sul teatro delle operazioni per verificare che l’esplosione non sia stata causata da un’azione umana deliberata.

Secondo la ABC, non ci sarebbero persone intrappolate nelle macerie.

Le immagini dei media statunitensi sembrano confermare che l’esplosione abbia coinvolto due edifici in ristrutturazione, crollati dopo l’esplosione che sembra sia stata udita a grande distanza.

 

 

L’esplosione, secondo gli investigatori, sarebbe presumibilmente stata causata da una fuga di gas. Al momento viene esclusa l’ipotesi di terrorismo. La presenza di agenti dell’FBI sarebbe solo a scopo precauzionale.

Secondo Sky, che cita fonti americane, l’incendio sarebbe scoppiato in un negozio di pianoforti al 1646 di Park Avenue. Sembra che nelle scorse settimane fosse già stata segnalata la presenza di un acre odore di gas in zona.

L'edificio al 1646 di Park Avenue crollato a seguito di una fuga di gas (foto da Google Map)
L’edificio al 1646 di Park Avenue crollato a seguito di una fuga di gas (foto da Google Map)

Nelle operazioni di soccorso sono stati dispiegati 168 vigili del fuoco, divisi in 38 squadre di emergenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: