La scomparsa di Madeleine McCann: si cerca uomo che abusò di cinque bambine

Il sospetto si introdusse nelle case vacanze abitate da britannici in Portogallo, ma al vaglio ci sono 28 profili di persone interessanti e ben 530 persone con precedenti penali per reati a sfondo sessuale. La bimba scomparve nel 2007 da Algarve, una sera che i genitori l’avevano lasciata a dormire nell’alloggio di un centro turistico per andare a cena al ristorante

20140319-madaleine-mccann-660x447

Londra – Gli inquirenti britannici che indagano sulla scomparsa di Madeleine McCann, avvenuta nel 2007 in Portogallo, stanno dando la caccia a un uomo sospettato di aver abusato di cinque bambine britanniche mentre erano in vacanza in Portogallo con le loro famiglie.

Secondo le ultime dichiarazioni degli inquirenti, l’uomo si sarebbe introdotto in 12 case vacanza abitate da famiglie britanniche ad Algarve, la località portoghese dove scomparve Maddie, e di aver abusato in quattro occasioni di cinque bambine di età compresa tra 7 e 10 anni. In un caso furono due le bambine aggredite nella stessa residenza. Le aggressioni risalgono al periodo compreso tra il 2004 e il 2006.

Maddie aveva 3 anni quando scomparve dalla sua casa di vacanza nel 2007, mentre i genitori erano a cena in un ristorante vicino. L’ispettore capo Andy Redwood ha dichiarato che il sospetto ha “un interesse morboso per bambine bianche piccole“. “Dobbiamo stabilire l’identità di quest’uomo – ha sottolineato – questi reati sono molto gravi e nessuno è stato incriminato. Dobbiamo anche eliminare quest’uomo dalle nostre indagini e stabilire se questi reati sono legati alla scomparsa di Madeleine“.

Gli inquirenti hanno individuato 28 individui definiti come “persone di interesse”, ma stanno anche passando al setaccio altre 530 persone responsabili di crimini a sfondo sessuale. Di questi ultimi, 59 sono indicati con alta priorità e alcuni di loro sono britannici.

(Credit: TMNews)

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: