L’antiterrorismo francese sventa ‘imminente’ attentato jihadista in Costa Azzurra

A Cannes arrestato un terrorista islamico appena dalla Siria con esplosivo da usare in un attacco pianificato

20140326-antiterrorismo-cannes-660x447

Nizza – Le forze dell’antiterrorismo francese sono certe di aver sventato un progetto “imminente” di attentato sulla Costa Azzurra, messo a punto da un jihadista rientrato in Siria. E’ quanto ha riferito alla France Presse una fonte vicina all’inchiesta, precisando che si è avuta la certezza del progetto di attacco dalla scoperta, il 17 febbraio scorso, di circa 900 grammi di esplosivo in un edificio di Mandelieu-La-Napoule, vicino a Cannes.

Alcuni giorni dopo, ha aggiunto la fonte, è stato arrestato l’uomo, 23 anni, legato a un’organizzazione jihadista smantellata nel 2012. Stando ai risultati delle perizie, l’esplosivo rinvenuto nell’immobile era Tatp, già utilizzato in passato in alcuni attacchi, come quello di Marrakech del 2011

L’uomo arrestato aveva legami con la cellula detta di Cannes-Torcy, sospettata dell’attentato incendiario messo a segno contro un negozio ebreo di una banlieue di Parigi nel settembre 2012, che portò poi le forze dell’ordina a smantellare l’organizzazione.

Andato in Siria proprio nel settembre 2012, Ibrahim B. era stato individuato in Grecia il 3 gennaio, quindi era stato localizzato a Nizza e arrestato l’11 febbraio, prima della perquisizione nell’immobile, ha precisato la fonte.

(Credit: TMNews)

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: