Anonymous, la guerra contro lo Stato Islamico continua. “Stiamo arrivando” (VIDEO)

Il gruppo internazionale di hacker libertari rilancia l’urlo di battaglia contro i jihadisti che intendono stravolgere la civilità nel nome di Dio

Roma – “Isis, stiamo arrivando, sempre più vicini ai tuoi padroni. Sappiamo che ci temete, sappiamo che vi nascondete come topi in trappola. Ricordate, #OpParis non si fermerà. Noi siamo Anonymous, noi siamo legione. Non perdoniamo, non dimentichiamo. Aspettateci“.

Così si conclude l’ultimo video lanciato sul web da Anonymous, l’organizzazione transnazionale di hacker libertari che ha dichiarato guerra al jihad e al sedicente Stato Islamico, operando in tutto mondo contro i jihadisti islamici che terrorizzano e uccidono con l’obiettivo di sottomettere all’islam. Il motto è “#OpParis Unisce il Mondo”.

Dopo il brutale attacco terroristico che ha colpito Parigi – afferma uno degli ‘hacktivist‘ con indosso la maschera di Guy Fawkes – #OpParis è nata per oscurare in rete quel cancro che i governi diffidano dal voler estirpare, per l’evidente movimento di denaro che gira intorno all’Isis”. “Anonymous non si ferma davanti agli attacchi informatici“, ammoniscono.

In risposta ai nostri 12mila e oltre profili di jihadisti oscurati negli ultimi 15 giorni – continua l’attivista – ci hanno insultati, ci hanno minacciati di morte, ci hanno persino copiati nel tentativo di renderci impotenti. Ma Anonymous è una legione solida e risoluta, che in tutto il mondo agisce per il bene dei propri fratelli offesi nei loro diritti umani calpestati da vigliacchi assassini e criminali”, precisa il messaggio video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Save the Children Italia Onlus

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: