“90 ANNI. 1000 MIGLIA, un viaggio nel tempo tra passato e futuro

Da oggi presso il Museo della Mille Miglia sarà possibile rivivere in un’istallazione multipla e dinamica la storia gloriosa di una delle pagine più belle dell’automobilismo italiano, diventato mondiale grazie alla passione di un territorio che ha scritto pagine gloriose del motorsport

Brescia – La rievocazione della mitica Mille Miglia – corsa che impegnò piloti e case automobilistiche dal 1927 al 1957 su strade aperte al traffico – quest’anno si svolgerà dal 18 al 21 maggio prossimi, ma da oggi, a 90 anni dalla prima edizione, Automotive Masterpieces, il Museo Mille Miglia e l’Automobile Club di Brescia ergono un ponte culturale tra passato e futuro grazie alla Mostra “90 Anni 1000 Miglia”, esposizione che occuperà le sale da oggi al 7 gennaio 2018.

Per la prima volta, grazie a un percorso di ricostruzione storica e documentale di qualità eccezionale, presso la struttura bresciana – vero fiore all’occhiello del territorio, come ha sottolineato in conferenza stampa ieri Piergiorgio Vittorini, presidente dell’AC Brescia – sarà possibile vedere in rassegna molte delle vetture che presero parte alla Mille Miglia di velocità e che continuano a gareggiare ancora oggi. 

Grazie alla cura di Sandro Binelli, coordinatore generale di Automotive Masterpieces ed ex segretario generale della Mille Miglia dal 2008 al 2012, i visitatori avranno il privilegio di attraversare un ponte temporale tra il passato glorioso della corsa e il futuro, che di questo splendido evento sportivo potrà godere sebbene con una modalità adeguata ai tempi e in una cornice di sicurezza che oggi impedirebbe una corsa su strada aperta al traffico.

Grazie al racconto reale e interattivo, alle automobili in esposizione, ai totem touch screen, ai siti web dedicati, alle foto, ai video e ad altri strumenti dell’information technology i visitatori potranno viaggiare in un percorso di storie ed emozioni autentiche, raccolte con la certosina pazienza degli storici dai ricercatori di da Automotive Masterpieces in un elenco delle vetture che parteciparono alla Mille Miglia, in collaborazione con l’omonimo Museo.

Le  30 vetture presenti saranno esposte in ordine cronologico, sicché i visitatori potranno approfondire la storia e le caratteristiche di ogni automobile esposta visitando il sito web della stessa attraverso i diversi strumenti informatici disponibili, che danno accesso ai contenuti extra di ogni vettura. A supporto di tale percorso, i totem informativi dislocati lungo il percorso museale o attraverso i feed ricevuti dai beacon, trasmettitori a bassa frequenza che utilizzano la tecnologia Bluetooth per trasmettere informazioni su smartphone e tablet.

Il percorso costituisce per questo un vero e proprio viaggio esperienziale attraverso le automobili, che si trasformano in storie raccontate e da raccontare, grazie alla tecnologia chiamata “Internet delle Cose” con cui il passato incontra il futuro.

Un modo intelligente e rilevante sotto il profilo culturale, come rilevato dal presidente dell’Automobil Club di Brescia, Piergiorgio Vittorini, che in sede di conferenza stampa ieri ha voluto sottolineare come questa mostra sia il risultato congiunto degli sforzi di un intero territorio, concentrato nel valorizzare la ricchezza della Mille Miglia, sotto il profilo industriale, sportivo, culturale, in un contesto che non assicurava di per sé il successo dell’iniziativa e in un momento storico che rende ogni iniziativa più difficile che in passato, ma non impossibile.

Un successo, aggiungiamo, che andrebbe premiato da una maggiore presenza del Museo della Mille Miglia nei percorsi culturali italiani, non riservato solo agli appassionati di automobili e di automobilismo, ma valorizzato per quel che è, una grande testimonianza della laboriosità italiana (e non solo).

Sotto il profilo organizzativo, significative le osservazioni di Sandro Binelli, che ha messo l’accento sulla sfida accolta, ossia “il censimento globale delle auto che negli anni hanno corso la Mille Miglia, un lavoro immenso che ad oggi è ancora in corso”, per “mettere in comunicazione passato e futuro” attraverso l’utilizzo della tecnologia “che sarà parte integrante della mostra” con il fine di “coinvolgere un pubblico più ampio e a promuovere la storia della corsa più bella del mondo”. Questa, in definitiva, “la mission di Automotive Masterpieces exibitions lab”, che intende “rendere accessibile il patrimonio motoristico in modalità digitale, sia al fine di promuovere lo scambio di idee e conoscenza, sia per approfondire le ricerche storiche”.

È per noi un privilegio vedere tanti capolavori riuniti tutti insieme nei nostri spazi museali”, ha commentato Vittorio Palazzani, Presidente del Museo Mille Miglia,  formulando l’auspicio che questa esposizione sia “l’occasione per avvicinare anche il pubblico più giovane, che potrà così conoscere la storia della freccia rossa”. “Con questa esposizione – ha aggiunto – stiamo tessendo nuovi rapporti con i collezionisti internazionali, grazie alla loro fiducia e alle loro vetture, la visita al museo sarà sempre nuova e interessante”.

La mostra “90 Anni 1000 Miglia” gode della partnership di Chopard e Zagato, cui si aggiungono OMR Automotive main sponsor, e gli sponsor AGI, Ambrosi, Camozzi Group, Finarte, Ivar, Streparava, Zurich. A completamento dell’iniziativa museale vi sarà un libro e un’opera multimediale, che potrebbero spingere gli organizzatori a prolungare il termine della mostra ben oltre il 7 gennaio 2018.

Da appassionati di automobilismo e di storia industriale italiana, oltre che di storia dello sport, consigliamo la visita di questa mostra, che percorre gli anni gloriosi della ripresa economica e industriale dell’Italia, portando il visitatore a compiere davvero un viaggio nel tempo di non usuale emozionalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


banner-solidali-istituzionale-468x60

“90 Anni 1000 Miglia”, Museo Mille Miglia, Viale della Bornata, 123, Santa Eufemia, Brescia

La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00.

Info: MUSEO MILLE MIGLIA – SITO WEB

Shares

John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: