Svezia, sventato attentato di estrema sinistra?

La Polizia ha scoperto armi in un container abbandonato alla periferia di Taberg, municipalità di Jönköping, a circa 140 km da Göteborg. Indagine coperta da segreto, se ne occupa la Säkerhetspolisen (Säpo), il servizio segreto civile di Stoccolma

Stoccolma – La polizia di Jönköping, cittadina a circa 140 km da Göteborg, ha scoperto in un container abbandonato armi automatiche, divise di polizia e parrucche, presumibilmente da utilizzare in un attentato o in una rapina a fini di finanziamento. Ne dà notizia il quotidiano ‘Aftonbladet‘, sul proprio sito.

Inizialmente, le indagini erano state indirizzate verso ambienti criminali stranieri, dediti ad attività criminali. Un ulteriore approfondimento, probabilmente grazie a documenti trovati in loco, ha spostato l’inchiesta su ambienti della estrema sinistra. Per questo motivo, l’investigazione è passata sotto la responsabilità della Säkerhetspolisen (Säpo), il servizio segreto civile di Stoccolma.

Lunedì scorso, un uomo di 40 anni è stato arrestato perché coinvolto nell’inchiesta. Non ne sono state divulgate le generalità, ma è trapelato che si trattasse di un impiegato presso un istituto scolastico di Jönköping, incensurato. Il direttore dell’istituto ha dichiarato al quotidiano ‘JP‘ di essere sconvolto per l’arresto dell’uomo.

Karl Melin, portavoce della Säkerhetspolisen, ha confermato ad ‘Aftonbladet‘ che la Säpo è a conoscenza dell’indagine, la quale però rimane di competenza della polizia locale. “Cerchiamo di ottenere informazioni su tutto ciò che concerne la nostra sfera istituzionale. C’è sempre uno scambio tra noi e la polizia“, ha detto Melin, senza fornire ulteriori elementi. Secondo il quotidiano svedese, un altro uomo è stato fermato, mentre altre persone sarebbero sottoposte a osservazione dei servizi di informazione al fine di comprendere la dimensione della rete criminale, che avrebbe progettato una rapina per autofinanziarsi o un atto criminale di natura politica.

(Credit Photo: Johanna Svensson/Aftonbladet) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: