Electrify Verona: Comune, VW Group e AGSM per una città a emissioni zero

L’iniziativa, promossa da Comune di Verona, AGSM e Volkswagen Group Italia, consentirà il libero accesso alla ZTL, con parcheggi dedicati gratuiti, colonnine per la ricarica e una Wall Box gratuita per chiunque acquisti una vettura elettrica, indipendentemente dalla marca di auto. In prospettiva lo sviluppo di una rete di postazioni intelligenti, con cui Verona si affermerà come città modello dell’e-mobility. La joint venture Ionity – VIDEO

Verona – Promuovere con politiche attive l’elettrificazione della mobilità: questo l’obiettivo di tre partner strategici come Comune di Verona, AGSM e Volkswagen Group Italia, unitisi nel progetto Electrify Verona. Un programma concreto di promozione per l’adozione dell’auto elettrica, la nuova frontiera della mobilità che si pone come obiettivo l’abbattimento delle emissione nocive emesse dai motori endotermici soprattutto negli agglomerati urbani.

Il presente, più che il futuro, è costituito dalla diffusione della mobilità elettrica, una scelta che comporta una forte motivazione psicologica, ma che necessita sicuramente non solo l’acquisto di un’auto mossa da questo tipo di motorizzazione: per viaggiare a zero emissioni servono anche infrastrutture adeguate e un sistema organizzato che consenta di ‘rifornire’ le auto di energia elettrica, per non rimanere ‘a secco’ di energia. La carenza di punti di ricarica e i costi da sostenere per l’utilizzo delle auto elettriche sembrano per adesso i limiti principali per la diffusione dell’e-mobility nel nostro Paese nelle aree urbane, tenuto conto che in Europa lo spostamento medio giornaliero per il tragitto casa-lavoro-casa è sotto i 60 chilometri, ben al di sotto dell’autonomia possibile con la maggior parte delle auto elettriche attualmente sul mercato.

L’amministrazione Boarina ha però scelto di spingere il Comune di Verona verso la nuova frontiera dell’elettrificazione, con politiche attiva, soluzioni concrete e un contributo tangibile. E non poteva che farlo con AGSM – Agenzia Generale Servizi Municipalizzati – la multiutility scaligera e con Volkswagen Group Italia, Consociata italiana del Gruppo Volkswagen, che proprio a Verona ha sede. Obiettivo di Electrify Verona è offrire ai cittadini la possibilità di familiarizzare con questa nuova frontiera della mobilità a basse emissioni.

C’è bisogno di iniziative concrete a sostegno dello sviluppo della mobilità elettrica in Italia” – ha affermato Massimo Nordio, Amministratore Delegato di Volkswagen Group Italia – “e noi, tra i principali Gruppi automobilistici, abbiamo il dovere di agire in prima persona. Per questo siamo orgogliosi di dare un contributo importante con Electrify Verona, un progetto che si rivolge alla nostra città e ai nostri concittadini, e che ha come obiettivo avvicinare le persone a una nuova idea di mobilità, a prescindere dal fatto che acquistino una vettura di uno dei nostri Brand. È un impegno molto più ampio, in linea con la volontà di portare Verona nel futuro”, ha aggiunto.

Volkswagen intende diventare leader della mobilità a zero emissioni. Vogliamo avvicinare davvero il pubblico alle auto elettriche, con azioni concrete” – ha sottolineato Andrea Alessi, Direttore di Volkswagen. “Per questo – ha spiegato – abbiamo ideato soluzioni molto vantaggiose per i nostri Clienti, come Progetto Valore Volkswagen Elettrico, un’offerta che prevede uno sconto pari all’importo dell’IVA, quindi del 22%, per l’acquisto di e-up! ed e-Golf. Un ulteriore passo in questa direzione è Electrify Verona: un vero e proprio sistema di mobilità dedicato ai possessori di un’auto elettrica che prevede accessi liberi alla ZTL, parcheggi gratuiti, colonnine elettriche per la ricarica veloce e l’installazione gratuita di una Wall Box per la ricarica domestica per i residenti nel comune di Verona che acquisteranno una vettura totalmente elettrica, non solo Volkswagen, da settembre 2018 a dicembre 2019”.

Il progetto Electrify Verona sarà sviluppato a tappe incrementali, perché in una fase successiva porterà allo sviluppo di una rete di postazioni intelligenti dotate di Wi-Fi, videosorveglianza e punti di ricarica veloce per i veicoli elettrici. Il piano prevede di arrivare a un totale di 100 punti di ricarica, che renderanno Verona il Comune dotato del maggior numero di punti di ricarica veloce per abitante.

Il Gruppo Volkswagen partecipa alla joint venture Ionity, un accordo con BMW Group, Daimler AG e Ford Motor Company finalizzato alla ramificazione di una rete di punti di ricarica veloce a livello europeo, che possa consentire una più incisiva diffusione delle auto elettriche, abbattendo i tempi di ricarica e, di conseguenza, incrementando il raggio di autonomia e utilizzo di questo tipo di auto anche sulle grandi distanze. Una esigenza che coprirà l’80% delle necessità di spostamento per lavoro o diporto nel breve termine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.