Sicurezza nazionale: il fallimento dell’analisi strategica per eccesso di informazioni e difetto di visione

Gli attacchi a sorpresa e l’efficienza dell’intelligence, dal bombardamento giapponese su Pearl Harbor all’11 Settembre, dall’eccesso di informazioni rilevanti alla

Leggi il seguito

Jihad e rischio “guerra civile”: atti anti-islam in Francia dopo strage Charlie Hebdo. Rispolverare “Stay Behind”

Le reazioni della gente, impaurita dall’islamismo aggressivo e jihadista, che non separa religione e Stato, pongono di fronte ai decisori

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (6)

Sesta parte dell’analisi geopolitica sul conflitto avviato simbolicamente l’11 Settembre 2001. 3. Il “Lobalismo”. 4. Le riforme imposte dal nuovo scenario “lobale”:

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (5)

Quinta parte dell’analisi geopolitica sul conflitto avviato simbolicamente l’11 Settembre 2001. 2.2 al-Qaeda come attore “significativo”: 2.2.1 Al-Qaeda e l’Afghanistan; 2.2.2.A. Al-Qaeda

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (4)

Quarta parte dell’analisi geopolitica sul conflitto avviato simbolicamente l’11 Settembre 2001. 2. La “nuova guerra”: 2.1. Le relazioni transnazionali; 2.2 al-Qaeda

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (3)

Terza parte dell’analisi geopolitica del conflitto avviato simbolicamente l’11 Settembre 2001. 2. La “nuova guerra” (introduzione). L’articolo riporta il contenuto di un

Leggi il seguito

I jihadisti dell’ISIL studiano come usare armi di distruzione di massa: peste bubbonica diffusa con animali infetti?

In un notebook sequestrato in gennaio a un tunisino di 24 anni, che ha studiato chimica e fisica in patria,

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (2)

Il 18 agosto scorso, Papa Francesco ha parlato di Terza Guerra Mondiale. Vi spieghiamo perché siamo alla Quarta e perché

Leggi il seguito

La Quarta Guerra Mondiale, la prima guerra “lobale”, internazionale e transnazionale della Storia (1)

Il 18 agosto scorso, Papa Francesco ha parlato di Terza Guerra Mondiale. Vi spieghiamo perché siamo alla Quarta e perché

Leggi il seguito

Approfondimenti sulla storia di Al Qaeda nel Maghreb islamico

Non è affatto semplice la storia della penetrazioni di Al Qaeda nel Maghreb islamico e soprattutto capire la differenza fra Boko Haram, Al Nusra e le altre sigle che diffondono tensione e terrorismo in Africa, a nord e a sud del Sahara. Aldo Madia ci rassegna un quadro esaustivo della situazione attuale, che peraltro è in continuo divenire e sperimenta numerosi cambiamenti complessi da seguire. Solo con un quadro generale, sintetico, si può comprendere la presenza “qaedista” in quelle zone e capire meglio gli avvenimenti che si susseguono nella cronaca internazionale (MGP)

Leggi il seguito

Intelligence pakistana sapeva dove si nascondesse Osama bin Laden

Carlotta Gall, giornalista del New Times, nel suo ultimo lavoro “The Wrong Enemy: America in Afghanistan, 2001-2014” risponde alla domanda su come si potesse essere nascosto per sei anni senza il sostegno di un governo

Leggi il seguito

Jihadisti in Siria: minaccia all’Europa o al Mondo?

Un fenomeno poco conosciuto si è affermato nella guerra in Siria. Un numero significativo di cittadini europei – tra 1.500 e 2.000 persone – militano o aspirano a militare nel fronte islamico qaedista. Non tutti sono musulmani, ve ne sono anche alcuni mossi dall’adrenalina di partecipare a un conflitto per aiutare gli oppressi. Vi sono centri di reclutamento in Europa, con addestramento anche ai confini con la Siria. Un fenomeno da tenere sotto controllo (MGP)

Leggi il seguito

I XXII Giochi Olimpici Invernali a Sochi e rischio attentati

Forze sicurezza russe in Daghestan uccidono sette miliziani coinvolti in attentati in Caucaso. Nella Federazione Russa una guerra latente turba i giochi di Sochi. Il 17 gennaio forze di sicurezza russe hanno eliminato in Daghestan sette miliziani, tra i quali anche un presunto ‘shahid’ (o kamikaze), coinvolti con buona probabilità in una serie di attentati/attacchio che sta insanguinando il Caucaso. In Daghestan, Stato della Federazione Russa, è in atto una guerra latente ravvivata…negativamente dai prossimi giochi olimpici invernali di Sochi, che diventano una vetrina internazionale di rara efficacia. Tutta la zona caucasica è in un situazione potenzialmente destabilizzata

Leggi il seguito