Gioia Tauro: “no alle armi chimiche”, sindaci in piazza

Contro ogni logica e le rassicurazioni del Governo e dell’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche, Premio Nobel per la Pace 2013, si svolgono proteste alimentate dagli amministratori locali, uniti dalla consueta ignoranza e dall’inclinazione a fomentare le paure degli ignari cittadini. Una vergogna nazionale…

Leggi il seguito

Siria, una fonte OPAC rivela: solo il 5% delle armi chimiche ha lasciato il Paese

L’operazione che nei prossimi giorni si svolgerà a Gioia Tauro riguarda una parte minima dell’arsenale chimico di Assad. L’intera eliminazione va conclusa entro il 30 giugno e riguarda circa 700 tonnellate di materiale. L’Opac (OPCW) oggi premerà sul regime siriano perché adempia agli obblighi sottoscritti con il protocollo Usa-Russia

Leggi il seguito

Armi chimiche siriane, Scopelliti: “Da governo ampie rassicurazioni”

Il presidente della Regione Calabria: ”Delineato un quadro non allarmante”. Il sindaco di Gioia Tauro a La7: “sono soddisfatto parzialmente”, ma si contraddice e chiede che Lupi e Mauro siano in loco nei giorni dell’operazione: come scudi umani?

Leggi il seguito

Sabato del villaggio. L’insostenibile pesantezza della politica italiana, incompetente e inadeguata

Dai rimborsi ai gruppi parlamentari in tutte le regioni al comportamento incosciente dei politici calabresi sull’uso del porto di Gioia

Leggi il seguito

La distruzione dell’arsenale chimico siriano. Le fasi dell’operazione

L’operazione internazionale del piano russo-americano di smantellamento dell’arsenale non convenzionale chimico della Siria avverrà in un regime di controllo internazionale, con estese garanzie di sicurezza. Le preoccupazioni della popolazione sono in larga parte infondate. I politicanti locali siano responsabili: l’Italia partecipa per rientrare nel gioco internazionale

Leggi il seguito

Armi chimiche dalla Siria: nel porto di Gioia Tauro avverrà il trasbordo su una nave militare americana

Nel porto calabrese i componenti chimici dell’arsenale non convenzionale siriano saranno trasferiti da un cargo danese sulla “Cape Ray”, la porta cointainer americana appartenente alle forze della Riserva di Pronto Impiego. Lo smaltimento sarà effettuato con un processo sicuro e in condizioni di massima sicurezza e di tutela dell’ambiente

Leggi il seguito