Onorare le Forze Armate e l’Unità d’Italia, ma abolire il 4 Novembre, celebrazione contraddittoria

Si trasformi in “Giornata della Memoria Austro-Italiana”. La celebrazione della vittoria nella Prima Guerra Mondiale è una contraddizione sia con la Repubblica e la Costituzione del 1948 che con il processo di integrazione europea, avviato nel 1950 perché tragedie fratricide come quelle non si verifichino più in Europa. Lezione non imparata a dovere, serve ripasso generale: cominciamo noi e chiediamolo ai tedeschi

Leggi il seguito