L’abolizione (fasulla) delle province mostra il volto pataccaro di questo Governo

I centri di spesa (spesso illecita) non sono le province, ma le Regioni, che andavano abolite e invece si ritroveranno protagoniste di un centralismo condiviso con lo Stato. Non si aboliscono le province, ma le si trasformano in enti locali di secondo grado, che influiranno sulla costituzione del Senato modellato dalla riforma costituzionale Renzi-Boschi. Una mossa a favore delle sinistre, più attive in periferia, per questioni storiche

Leggi il seguito