Vinitaly 2014, un appuntamento imperdibile per tutti i professionisti del Wine&Food di qualità

Tutto pronto a Veronafiere per la XLVIII edizione di Vinitaly, il più importante appuntamento fieristico mondiale dedicato al vino, alla vinificazione e ai distillati, con oltre 4100 espositori. In programma anche Sol&Agrifood ed Enolitech

20140402-vinitaly-10-660x439

Internazionalizzazione, buyer, export, bio e formazione: sono queste le parole chiave del 48° Vinitaly, in programma dal 6 al 9 aprile a Veronafiere insieme a Sol&Agrifood ed Enolitech

Il più importante salone mondiale dedicato al vino e ai distillati con oltre 4.100 espositori presenti su una superficie di 100mila metri quadrati netti si conferma il punto di riferimento più dinamico e qualificato per la promozione commerciale e culturale di questi prodotti sui mercati globali. Per questo Vinitaly riesce ad attrarre a Verona ogni anno una media di oltre 140mila visitatori: di questi oltre 50mila sono operatori esteri provenienti da 1 20 Paesi.

Novità assolute di quest’anno, nel segno di una crescente internazionalizzazione e una particolare attenzione al panorama delle produzioni biologiche, sono Vininternational, International Buyers’ Loung e Vinitalybio.

Vininternational – International Wine Production, rende per la prima volta organica la presenza degli espositori esteri all’interno di un padiglione che ne ospita 80 dai principali Paesi produttori.

L’International Buyers’ Lounge, con Taste and Buy, invece, è la nuova area per il b2b wine&spirit pensata per gli operatori esteri selezionati presenti in fiera, con l’obiettivo di favorire relazioni e scambi commerciali.

Al debutto anche Vinitalybio, realizzato con la collaborazione di FederBio: salone specializzato riservato ai vini biologici certificati. L’intento è quello di valorizzare le produzioni enologiche ch0e seguono le norme del regolamento UE, e di rispondere a una precisa domanda del mercato, in particolare dai Paesi del Nord Europa, dell’America del Nord e dell’Estremo Oriente.

Oltre alle iniziative pensate per l’incontro di domanda e offerta, Vinitaly per quattro giorni torna ad essere un importante momento formativo e culturale, con un ricco programma di degustazioni guidate, convegni, presentazioni di ricerche e indagini di mercato, utili per l’aggiornamento professionale e per essere informati sulle ultime tendenze dal mondo del vino.

È questo lo spirito con cui nasce quest’anno Vinitaly International Academy: un vero e proprio masterclass rivolto agli operatori stranieri, con sessioni diasting mirate e lezioni specifiche sui vitigni italiani.

In contemporanea, come ogni anno, si svolgono Sol&Agrifood ed Enolitech, i due saloni che completano l’offerta di Vinitaly con l’eccellenza del food e delle tecnologie per la viticoltura, l’enologia e l’olivicoltura made in Italy. In tutto tre manifestazioni per una vetrina internazionale unica che fa dell’agroalimentare di qualità il proprio punto di forza: un comparto che vede l’export italiano protagonista con 33 miliardi di euro nel 2013, di cui 5 totalizzati dalla filiera vinicola e 1,3 da quella olearia

Galleria fotografica

Vininternational e nuovo layout del quartiere fieristico – Con lo scopo di aumentare la visibilità degli espositori e di potenziare gli scambi commerciali, è stato adottato un nuovo layout del quartiere fieristico dopo gli ampliamenti e le ristrutturazioni realizzate da Veronafiere negli scorsi anni. In particolare, il pad. 7B diventa 8, cosicché i padiglioni 8, 9, 10 e 11 diventano rispettivamente 9, 10, 11 e 12.

Ciò ha permesso anche di dare organicità alla presenza degli espositori esteri, quasi tutti riuniti da quest’anno nel nuovo padiglione ‘i’ denominato Vininternational, collocato tra il padiglione 11 e Sol&Agrifood. Vininternational non è una semplice vetrina, infatti oltre agli allestimenti degli espositori sono previsti un’area tasting per degustazioni dedicate ai buyer e spazi di incontro per gli affari. Già confermata la presenza di vini provenienti dai principali Paesi produttori di vino, tra questi Francia, Australia , Sud Africa, Nuova Zelanda, Ucraina, Azerbaijan, Argentina, Cile, Spagna. Le aziende di Russia, Slovenia, Stati Uniti, già presenti negli scorsi anni, rimangono rispettivamente nei padiglioni 12, 6 e 3.

Intrnational Buyer’s Lounge – È la nuova area espressamente dedicata agli incontri b2b, collocata nella Galleria Castelvecchio tra i padiglioni 2 e 3. Coinvolti i consorzi di tutela e le singole aziende espositrici da una parte e i buyer esteri dall’altra. Due le iniziative: Taste and Buy, per il b2b wine&spirit dove, sulla base di appuntamenti organizzati da Vinitaly con operatori esteri selezionati, avviare scambi commerciali e l’enoteca dell’International Buyers’ Club, a disposizione di tutti gli operatori esteri presenti in fiera con in degustazione libera i vini appositamente selezionati dalle aziende per i mercati internazionali.

INCOMING – Tra le attività a supporto degli espositori c’è l’incoming di operatori dai più interessanti mercati internazionali, in particolare dell’ambito commerciale e dei media specializzati. Per supportare al meglio le nuove iniziative proposte, per questa edizione delle manifestazioni veronesi viene ulteriormente ampliato il numero dei visitatori invitati e ospitati direttamente da Veronafiere. In collaborazione con i delegati Veronafiere in 60 Paesi e l’Agenzia-Ice, sono state organizzate delegazioni di buyer da Svizzera, Germania, Austria, Gran Bretagna, Slovenia, Croazia, Romania, Bulgaria, Russia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Svezia, Danimarca, Ungheria, Portogallo, Repubblica Ceca, India, USA, Canada, Estremo Oriente, Taiwan, Hong Kong, Corea del Sud, Giappone, Cina, Australia, Sud Africa, Israele, Camerun, Messico, Ucraina, Estonia, Lettonia, Lituania, Finlandia. La scelta dei Paesi di provenienza è stata fatta valutando le richieste raccolte dall’indagine sulla customer satisfaction realizzata alla fine del Vinitaly 2013.

VinitalyBio – È il nuovo salone specializzato di Vinitaly dedicato ai vini biologici certificati. Pensato per valorizzare le produzioni enologiche prodotte secondo le norme del regolamento UE n. 203/2012 sulla produzione e  l’etichettatura del vino biologico, entrato in vigore il 1° agosto 2012, Vinitalybio vuole andare incontro alle richieste di una nicchia di mercato sempre più interessante che si sta sviluppando in particolare nei Paesi del nord Europa, dell’America del Nord, ma anche dell’Estremo Oriente.

Vinitalybio, realizzato con la collaborazione di FederBio – l’organismo che riunisce la quasi totalità delle rappresentanze della filiera biologica italiana – si configura come uno spazio espositivo ben identificato all’interno del padiglione 11.

Oltre agli stand, all’interno dello spazio dedicato viene allestita un’enoteca che mette in degustazione tutti i vini biologici presenti a Vinitaly, così da coinvolgere tutte le aziende espositrici presenti in altri padiglioni che, oltre ai vini prodotti con metodi convenzionali, propongono una linea bio.

In calendario una serie di degustazioni organizzate da Federbio e rivolte agli operatori esteri che vogliono approfondire la conoscenza dei vini biologici.

VIVIT – Con la nascita di Vinitalybio, si specializza ulteriormente l’offerta di Vivit, il salone nato prima dell’emanazione del regolamento comunitario sulla produzione di vino biologico. Vivit, che riscuote sempre maggiore successo, rimane ora la vetrina esclusiva dei vini artigianali, frutto del lavoro di quei produttori che si riconoscono nell’autenticità di un territorio e nella individualità. A questo evento viene riconfermato lo spazio della scorsa edizione.

DEGUSTAZIONI – Protagoniste in ogni edizione, anche nel 2014 tornano le degustazioni guidate. Nel padiglione Vininternational, una degustazione della Vinitaly International Academy con Ian D’Agata (altre due sono in programma, una nella sala Tulipano e una nella sala C del 1° piano del Padiglione 10), una della rivista Winestate sui vini australiani e una dal prestigioso gruppo Iwsc; insieme alle altre degustazioni aziendali, porteranno il focus su molti vini francesi, oltre che australiani, sudafricani, di Nuova Zelanda, Azerbaijan, Ucraina, Spagna, Cile, Argentina.

Confermato Tasting Ex…Press, il giro del mondo attraverso la degustazione dei migliori vini scelti da Gambero Rosso, Ais, Civiltà del bere, Euposia, Decanter, Der Winzer e Vince Magazine. Confermata la degustazione dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso, mentre novità assoluta è Young&Young, evento che vede i giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti, guidare tre sessioni di degustazione con quattro giovani produttori e una platea di wine blogger che twittano in tempo reale le proprie impressioni. Ritorna Taste Italy, da quest’anno by Doctor Wine Daniele Cernilli.

STUDI E RICERCHE – Quattro le ricerche di quest’anno: 1 – Vino e Gdo, 2 – L’export di vino attraverso un’indagine realizzata sulle aziende espositrici di Vinitaly, 3- L’export di vino biologico con un’indagine realizzata sulle aziende associate a FederBio, 4 – La percezione dei vino italiano suimercati esteri con un’indagine effettuata attraverso i delegati di Veronafiere in 60 Paesi. Una nuova iniziativa dedicata agli approfondimenti, alle analisi di settore viene lanciata da Veronafiere/Vinitaly con Wine2Wine, in programma il 3 e 4 dicembre 2014. L’appuntamento si configura come forum dedicato ai produttori di vino e alle più importanti aziende della filiera, pensato in particolare per gli espositori di Vinitaly. Previsti numerosi work shop, case history nazionali e internazionali in chiave business e di sviluppo dell’internazionalizzazione delle aziende.

Vinital International – Braccio operativo di Vinitaly all’estero, Vinitaly International organizza a Verona tre degustazioni (delle quali una nel padiglione Vininternational, le altre al 1° piano del Palaexpo sala C) nell’ambito del Vinitaly International Academy, l’iniziativa educazionale realizzata in collaborazione con Ian D’Agata.

RISTORANTI E CITTADELLE DELLA GASTRONOMIA – Ai tradizionali Ristoranti d’autore con chef stellati (in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino), Self Service d’autore (gestito dai giovani ristoratori italiani della Jre) e Ristorante Goloso (che quest’anno con BioItalia propone piatti interamente biologici), si aggiunge il Ristorante Brasserie Enolitech nel padiglione F, con tavoli, sedie e arredo forniti da Kube Design, sponsor di Enolitech.

Per la pausa pranzo, oltre ai ristoranti istituzionali ci sono anche le Cittadelle della Gastronomia, che presentano le realtà regionali.

NUOVO CATALOGO INTERATTIVO, SERVIZI ALLE IMPRESE, PER I VISITATORI E IN QUARTIERE – Da quest’anno il catalogo on-line di Vinitaly diventa interattivo e disponibile anche per la visualizzazione su smarphone e Iphone. Le aziende espositrici hanno ora la possibilità di personalizzare la propria posizione aggiungendo contenuti, immagini e link ai propri social media già attivi: una sorta di mini sito per valorizzare appieno la propria presenza in fiera.

In quartiere, oltre alla nuova numerazione dei padiglioni dall’8 al 12, viene avvicinata agli altri padiglioni la tensostruttura (pad. F) che ospita Enolitech.

Disponibile un’area di servizio a supporto dei blogger accreditati presenti a Vinitaly (1° piano, galleria tra i padiglioni 6 e 7) per lavorare e “ricaricare” i propri strumenti di lavoro e per usufruire di una connessione internet veloce.

logo_header

 

 

20140402-separatore-bianco

Vinitaly 2014 – Verona – Veronafiere – viale del Lavoro, 8

Date: da domenica 6 a mercoledì 9 aprile 2014

Orario: continuato dalle 9.30 alle 18.30

Biglietti: Giornaliero € 50 – Online € 45 – Abbonamento 4 giornate (validità un ingresso per ciascun giorno) € 90 – Online € 80

InfoLine: 045 8298854 (orario: dalle 9.00 alle 12.30)