Orrore linciaggi in Centrafrica: cannibali in azione nel centro di Bangui

Paese attanagliato da violenze etniche e religiose. Secondo quanto riportano testimoni oculari, carne umana mangiata in strada con il pane

20140111-MichelDjotodia-660X371-did

Bangui – A Bangui, la capitale della Repubblica Centrafricana, sono stati registrati atti di cannibalismo alla fine di linciaggi compiuti in dei quartieri nel nord della città. Lo hanno riferito testimoni oculari all’Agenzia France Presse citata da TMNews.

«La scena si è svolta davanti a miei occhi martedì scorso nel quartiere di Modua. Un musulmano che si trovava a bordo di un taxi bus è sceso a Petevo per lasciar passare un altro passeggero. Prima di risalire è stato aggredito da un gruppo di persone che lo hanno linciato e fatto a pezzi con il machete», ha raccontato, ancora scioccato, Jean-Sylvestre Tchya, 35 anni. «Uno del gruppo si è preso un braccio ed è andato a comprare del pane e si è messo a mordere la carne, accompagnandola con il pane. La scena ha fatto vomitare più persone, alcune delle quali hanno urlato per l’orrore», ha aggiunto.

Secondo un altro testimone, lo studente Alain Gbabobou, «un altro individuo, anziano, si è procurato la testa che ha incartato meticolosamente leccandosi già i baffi pregustando il pranzetto che lo attendeva».

Durante le violenze e i saccheggi delle ultime settimane, linciaggi e mutilazioni sono stati perpetrati in diversi quartieri di Bangui.

Il presidente Michel Djotodia, accusato dalla Comunità Internazionale di passività di fronte alle violenze che insanguinano il Paese, si è dimesso ieri a N’Djamena sotto la pressione dei leader dell’Africa centrale che lo avevano convocato per un summit straordinario.

Dopo il rovesciamento nel marzo scorso del presidente François Bozizé, ad assumere il potere è stato il gruppo ribelle Seleka, a maggioranza islamica e diretta da Djotodia. Da allora però il Paese è precipitato in una crisi umanitaria senza precedenti provocata da numerose violenze di matrice etnica e religiosa e che ha costretto migliaia di persone ad abbandonare le proprie abitazioni.

Credit: TMNews

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: