Noto, torrente travolge l’auto, due donne e una bimba muoiono incastrate all’interno

Nel Siracusano, la bambina aveva sette anni e viaggiava con le altre due donne decedute. Facevano parte di un gruppo di sette persone che viaggiava su un’utilitaria. Nel catanese i Vigili del Fuoco salvano due persone intrappolate in un fuoristrada nei pressi del Simeto

20140202-vdf-noto-catanese-660x380

Due donne e una bambina di sette anni hanno perso la vita nelle prime ore di questa mattina –  pare intorno alle 4 – dopo che l’utilitaria sulla quale si trovavano è stata travolta dalle acque di un torrente, in piena per via delle abbondanti piogge.

La tragedia è avvenuta in Contrada Romanello, nel territorio di Noto. Sull’auto travolta, una Lancia Y10, oltre alle tre vittime viaggiavano altre quattro persone, riuscite a mettersi in salvo e a dare l’allarme. Tra i superstiti anche la mamma della bimba di 7 anni annegata.

Le sette persone a bordo dell’utilitaria, che farebbero parte di un unico nucleo familiare, rientravano da una cena. Sul posto sono al lavoro gli agenti del commissariato della polizia di Noto, che stanno ricostruendo la dinamica della tragedia, coadiuvati dai Vigili del Fuoco.

L’identità delle vittime ancora non è stato reso noto. I quattro sopravvissuti alla tragedia non hanno avuto bisogno di assistenza sanitaria. Sono due donne e due uomini, i quali sono stati ascoltati dagli uomini della Polizia di Stato di Noto, che indagano sui fatti.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, effettuata dal Giornale di Sicilia, il gruppo tornava da una cena svoltasi ieri sera e protrattasi fino a tardi. Nel momento in cui stava percorrendo un ponte sul fiume Asinaro, l’auto sarebbe stata travolta dalla piena, causata dall’ingrossamento delle acque del corso d’acqua a causa delle piogge cadute sulla zona.

Due occupanti della macchina sarebbero stati a quel punto sbalzati fuori dall’abitacolo, mentre altri due sarebbero riusciti a uscire con i propri mezzi. Le due donne e la bambina al contrario sarebbero rimaste intrappolate all’interno, sbalzate dalla furia dell’onda di piena.

La magistratura procederà a indagare sui fatti, come accade sempre in questi casi, perché sarà interessante – ai fini della ricostruzione di eventuali responsabilità – sapere chi fosse alla guida e di chi fosse l’autovettura. Certo è che viaggiare in sette persone dentro una utilitaria non è proprio la più intelligente delle mosse e questo non toglie nulla al dolore assoluto per la perdita di tre vite, tra cui quella di un bimba di 7 anni.

In mattinata, nel Catanese, due persone sono state salvate da un elicottero dei Vigili del Fuoco, dopo essere rimasti intrappolati in un fuoristrada a causa dell’esondazione del Simeto.

Credit: Ansa, RaiNews24

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: