Lewis Hamilton e Nico Rosberg al top nel pomeriggio di Melbourne

Dietro le due Mercedes si piazzano Fernando Alonso e Sebastian Vettel. Si sgonfia la Williams? Difficoltà di bilanciamento per Kimi Räikkönen. Lotus e Caterham, che disastro

20140314-F1-GP-AUS-FP2-660x440

Solo un sensore della pressione dell’olio aveva bloccato nel primo turno di libere a Melbourne il favorito Lewis Hamilton, così non è bastato che aspettare la sessione di pomeriggio per veder salire in cattedra l’Uomo Nero, che amerebbe diventare lo spauracchio della Formula 1.

Nel secondo turno il più veloce è stato Hamilton, con un decimo e mezzo abbondante sul compagno di squadra, Nico Rosberg, per un venerdì tutto d’argento Mercedes. Più staccati Fernando Alonso, con la prima Ferrari F14T e Sebastian Vettel, che ha girato per ben 41 tornate, con un long run che è valso quasi un gran premio. Il titolare dello scettro iridato ha in pratica girato pià nel pomeriggio di Melbourne di quanto abbia potuto fare in tutti i test pre-stagionali a Jerez e Sakhir. Un colpo di scena inatteso, segno del gran lavoro del team, ma anche di Vettel, nettamente superiore con il passo gara sul compagno di squadra, il siculo-australiano Daniel Ricciardo, sesto oggi pomeriggio.

In mezzo alle due Red Bull si è inserito Jenson Button, il pilota in attività che ha vinto di più all’Albert Park, con la prima McLaren. Kimi Räikkönen, settimo tempo, ha avuto qualche problema di bilanciamento che lo ha infastidito non poco. Dopo mezz’ora dall’inizio delle prove, il pilota finlandese è perfino incorso nello spegnimento del motore all’uscita della pitlane, dopo che si era accodato ad Alonso per una prova di partenza.

Valtteri Bottas, con l’ottavo tempo, ha in parte deluso le aspettative, anche con il passo gara. Magnussen (McLaren) e Hülkenberg (Force India) hanno chiuso la Top Ten virtuale, mettendosi dietro Vergne, Massa, Perez, Sutil, Gutierrez, Kvyat, Bianchi, Grosjean e Chilton.

Non hanno girato Ericsson, Kobayashi e Maldonado. Le due Caterham per problemi non nuovi alla power unit: sostituzione di pezzi e nuova messa a punto per le due monoposto malesi verdi. Per la Lotus, invece, giornata nera come la livrea della monoposto. Non crediamo Grosjean mettesse in conto un inizio di stagione così faticoso.

Nel finale di sessione Grosjean ha parcheggiato la Lotus E22 all’esterno della Curva 6, mentre Hülkenberg faceva altrettanto all’esterno della Curva 9.

Domani ultima sessione di libere dalle 4 alle 5, con diretta sul canale 206 di Sky e nessuna differita sulla Rai. Poi qualifiche dalle 7.

L’attore non protagonista che potrebbe influenzare la scena di Melbourne potrebbe però essere il tempo meteorologico, visto che minaccia pioggia per sabato e ancor di più per domenica. Forse per movimentare una gara che potrebbe essere noiosa e corsa con lo sguardo alla spia del carburante, in una Formula 1 basata sul consumo. Ma a Melbourne – si sa – la gara è spesso un’altra storia…

Ultimo aggiornamento 14 Marzo 2014, ore 8.44 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

2014 FORMULA 1 ROLEX AUSTRALIAN GRAND PRIX – LIBERE 2

20140314-F1-GP-AUSTRALIA-FP2-660x652neutral

separatore_2014L’analisi del circuito di Melbourne dal punto di vista delle gomme

2014_F1_EVENT-01_GP_AUSTRALIA_oriz

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: