“Vi porto tutti da Allah”. Allarme attacco suicida in un volo Lufthansa da Francoforte a Belgrado

Un cittadino statunitense di origini giordane ha cercato di aprire il portellone di un aereo della compagnia tedesca, ma provvidenziale si è rivelata la reazione del personale di bordo e di alcuni atleti della nazionale serba di pallamano

Belgrado – Momenti di paura ieri sul volo Lufhtansa Francoforte a Belgrado, per il tentativo di aprire un portellone del velivolo da parte di un cittadino americano di origini giordane, subito sventato dal personale di bordo e da un gruppo di atleti della nazionale serba di pallavolo.

I fatti si sono svolti mentre l’aereo sorvolava l’Austria e – secondo quanto riferito da Andreas Bartels, portavoce della Lufthansa – l’aereo non è mai stato in pericolo. “Si era alzato e aveva tentato un’azione a una porta, ma è stato fermato dall’equipaggio e da altri passeggeri”, ha dichiarato Bartels, sottolineando che la porta che l’uomo aveva tentato di aprire non è quella della cabina di pilotaggio. “Il passeggero”, ha proseguito il portavoce della Lufthansa, “è stato costretto a restare seduto e poi consegnato alle autorità di Belgrado”, da cui è stato arrestato.

Il portellone che l’uomo – individuato dalla televisione serba come Laken – ha tentato di aprire è una di quelle porte “normali, che naturalmente non può essere aperta durante il volo, la cui sicurezza non è mai stata a rischio”.

Secondo alcune testimonianze, l’uomo avrebbe detto “adesso vi porto tutti da Allah”, che se confermato, delineerebbe uno scenario terroristico ancora una volta attivato da un ‘lupo solitario’, fermato però da civili disarmati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Save the Children Italia Onlus

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: