In griglia si gioca a Monopoli, mentre Ecclestone vuole cambiare l’assegnazione dei punteggi nei Gran Premi

I piloti se ne vanno in giro con la ventiquattrore per fare shopping di sedili fra gli stand dei team e nel frattempo Ecclestone – colpito da monorchidia vettelliana (s’è rotto  i cabasisi del dominio del tedeschino…) – pensa a stravolgere le regole del punteggio dei Gran Premi

20130720-ecclestone-charged-for-bribery-780x440

Due appuntamenti al traguardo del Mondiale F1 2013: finale scontato e colpi di scena garantiti solo grazie a un mercato piloti con giochi al rialzo, imprevisti, ritorni alla base, poca sorte e molto giro di capitale.

E mentre Team e Sponsor giocano a Monopoli,  i piloti vivono rapporti anaffettivi con la scuderia di turno, considerano i team  non una  famiglia ma un bancomat e calibrano la loro professionalità  ed efficienza solo su dati telemetrici. Atteggiamento  questo che non sfugge al grande pubblico, più freddo che in precedenza verso il Circus, complice anche la crisi.

Alla base del picco di audience delle ultime gare della F1 ci sono, a nostro avviso, monotonia della classifica, mancanza di competizione, crisi economica  e, non ultimo, completo passaggio su pay tv per la  stagione 2014. Persino Ecclestone è stato colpito da frantumazione sferica Vettelliana tanto da valutare un cambio di attribuzione dei punti, prendendo come modello non più il mondo del Calcio ma quello del Tennis.

In particolare, Ecclestone – sulla base della formula usata nel sistema ATP, sarebbe dell’idea di sviluppare un sistema di assegnazione dei punti con differenzazioni in base alla difficoltà o alla tradizione della gara.  Nel “Circus del tennis” non tutti i tornei attribuiscono lo stesso punteggio per la mondiale, perché rendono i quattro tornei del Grande Slam il momento clou della stagione.

Applicato sulla F1, al vincitore di alcuni gran premi storici – come Monza, Montecarlo, Spa – sarebbero attribuiti 50 punti, mentre per i vincitori delle gare più recenti o con minore tradizione – come Abu Dhabi, Bahrain -non cambierebbe niente, ossia sarebbero attribuiti 25 punti.

Questo quadruplicherebbe il fattore sorpresa e renderebbe incerta la classifica fino all’ultima gara, che avrebbe un Jackpot da 100 punti per il vincitor (proporzionato ai piazzamenti).

Questa l’idea di Ecclestone: riuscirà a rianimare il moribondo Circus prima che sventoli la bandiera a scacchi del 2014? Chi vivrà vedrà.

Nel frattempo, i team configurano le monoposto per la griglia di partenza del 2014, ma già da adesso il driver line-up (la configurazione dei piloti) vede cambiamenti radicali. Il mercato piloti di quest’anno ha infatti serbato sorprese, come il ritorno di Kimi Räikkönen in Ferrari, ma le sorprese non sono ancora terminate: restano ancora da assegnare alcuni dei 22 sedili.

20131106-f1-grid

Facciamo il punto della situazione sulla probabile griglia di partenza per il 2014

Infiniti Red Bull Racing

Il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel ovviamente è confermato. WInfiniti Red Bull-Renault_180x42ebber dal 2014 passerà al programma WEC (Mondiale Endurance) della Porsche. Al suo posto Daniel Ricciardo, pilota australiano di italianissime origini, avendo mamma di Reggio Calabria e papà della provincia di Messina. Circola l’indiscrezione che Ricciardo potrebbe perfino anticipare il debutto nel Main Team e sostituire Webber già dal GP degli Stati Uniti ad Austin.

Ferrari

FerrariF138_180x42Fernando Alonso è confermato, ma ha la testa al 2015, quando il fantamercato dà per certo la fuoriuscita anticipata dalla Ferrari e il contratto con la McLaren: la Honda avrebbe messo sul piatto una cifra da capogiro per garantire lo spagnolo al team di Woking. Massa traslocherà alla Williams, al suo posto Kimi Räikkönen. La transizione in Ferrari del filandese era stata già anticipata dall’arrivo di Allison come direttore tecnico e di De Beer come capo aerodinamica. La rossa scalpita e magari sogna che Iceman sostituisca l’infortunato Alonso (ancora dolorante a detta del suo manager Luis Garcia Abad)  nel GP USA. Pare però che Räikkönen sia infuriato col proprio manager per averlo riportato in Ferrari… Chissà se oltre ad incidenti sia capace anche a simulare un cambio di team…

Lotus

Lotus-Renault_180x44Problemi finanziari quasi risolti, con la chiusura in dirittura d’arrivo dell’accordo con Quantum Motorsport. L’acquisto del 35% delle azioni e il sostegno del Team Principal Eric Boullier rende quasi una certezza il reclutamento di Nico Hülkenberg ( il cenerentolo del Circus che ha trovato finalmente uno sponsor) come sostituto di Iceman. A meno di uno sgambetto di Maldonado. Il posto è infatti conteso da Massa e Maldonado. Al contrario, confermato Romain Grosjean, col nostro Davide Valsecchi terzo pilota, con i suoi 5 milioni in sponsor assicurati per la prossima stagione. Probabile innalzamento delle sue quotazioni se corresse, come sembrerebbe possibile, le ultime due gare di campionato.

McLaren

McLaren-Mercedes MP4-28_180x41Fino ad agosto sia Jenson Button che Sergio Perez erano confermati e giustificati per la loro bassa resa dal Team Principal  Martin Whitmarsh. Ora la conferma di Perez è in forse, nonostante l’accordo con Claro (la compagnia telefonica del gruppo Telmex che lo sponsorizza): si concretizzerebbe così l’idea che Kevin Magnussen, campione del mondo della Wolrd Series by Renault 3.5, possa correre già dal 2014 per il team di Woking, anticipando l’arrivo di Alonso al quale sarebbe affiancato dal 2015. Il 2014 sarà comunque un anno di transito DOC: la McLaren ha strappato alla Red Bull il capo aerodinamico Peter Prodromou, braccio destro e più stretto collaboratore di Adrian Newey.

Mercedes

Mercedes_AMG_W04_04_180x44Nico Rosberg e Lewis Hamilton sono stati entrambi confermati. In forse Ross Brown, che pare stia vagliando un rapporto di collaborazione con la Honda (quindi con la McLaren), anche se alcune indiscrezioni lo vorrebbero tornare in Williams (team di cui comprerebbe una quota, replicando il rapporto allacciato da Sir Frank con Patrick Head).

Sauber

Sauber-Ferrari_180x38Perso Hülkenberg e senza ancora certezza di rinnovo per Esteban Gutièrrez, sponsorizzato da Telemax (dissolta la possibile sostituzione con Rubens Barrichello, bocciata a priori dal Team Principall Monisha Kaltenborg). Sempre più probabile la sostituzione di Nico Hülkenberg con Pastor Maldonado. Anche per la Sauber si prospetta una zona salvezza 2014 con i finanziamenti in arrivo dalla Russia per il terzo pilota, oltre che con i denari del petroliere venezuelano PVDSA. Fino all’estate scorsa era certo il nome di Sergey Sirotkin, diciassettenne che non ha però ottenuto ancora la superlincenza per gareggiare in F1. I suoi sponsor potenziali non risultano però molto affidabili nei pagamenti. Notizia di questi giorni è la trattativa con Vitaly Petrov, che con i suoi trenta milioni di  Euro garantiti da uno sponsor in campo energetico si piazza in pole position come primo pilota.

Force India

Motor Racing - Formula One World Championship - Force India F1 VJM06 Launch - Silverstone, EnglandLa società di computer tedesca Medion garantisce il posto in griglia ad Adrian Sutil, più incerto il futuro di Paul Di Resta, decimo nella classifica piloti, messo a rischio dai 12 milioni del viziato Max Chilton  (figlio di  Grahame, vicepresidente del gigante delle assicurazioni Aon) che vanta ben zero punti. In lizza anche Maldonado.

Williams

2013 Official PhotosValtteri Bottas è stato confermato mentre Pastor Maldonado è in partenza (ma resta appetibile con la sua dote multimilionaria dello sponsor PDVSA): il contratto con il team di Grove è stato rescisso con il pagamento di una penale, gli subentrerà con buona probabilità Felipe Massa, che gode dei suoi appoggi in Brasile (che altrimenti non avrebbe un pilota in F1) e ha il benestare di Ecclestone e la super visione di Todt Jr, suo manager. La collocazione di Maldonando per il 2014 rimane difficile da prevedere: improbabile approdi alla Lotus, possibili Force India e Sauber .

Toro Rosso

ToroRoss-Ferrari_180x41Jean-Eric Vergne confermato, Ricciardo  alla Red Bull. Helmut Marko ha bruciato all’ultimo istante Antonio Felix Da Costa come secondo pilota del team di Faenza e ha annunciato l’ingaggio di Daniil Kvyat, talentuoso giovane pilota russo, distintosi in Formula 3 e appena iridato Campione di GP3 2013. Unica consolazione, Kvyat è un russo di Roma, dove vive e studia. In mancanza di italiani…

Caterham

Caterham-RenaultNonostante le forti sponsorizzazioni di cui godono, la coppia Giedo van der Garde e Charles Pic non verrà riconfermata. Il sedile più sicuro è quello del francese Pic, che però ha già sentito altri team. Quasi certo il ritorno di Heikki Kovalainen, già richiamato  ad aprile come collaudatore. Confermato Alexander Rossi, americano di origini italiane che correrà nel GP USA.

Marussia

Marussia-Cosworth_2_180x40Jules Bianchi confermato, correrà su un motore Ferrari nel 2014. Chilton, in trattative con la Force India, potrebbe però rimanere nel team. Ad aspirare al sedile anche lo squattrinato Paul di Resta, mentre più improbabile Nico Hülkenberg.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: