Brindisino, nigeriano irregolare afferra un bambino e minaccia di rapirlo per farsi dare un euro dal padre: arrestato

Il fatto è accaduto mercoledì nel parcheggio di un supermercato a Fasano. L’uomo ha approfittato di un attimo di distrazione di un cliente che stava riponendo la spesa in auto e gli ha sottratto il passeggino con all’interno il figlio di appena 4 mesi. L’uomo è stato rintracciato oggi nello stesso posto ed è stato fermato con l’accusa di tentata estorsione

20150220-parcheggio-supermercato-655x436


Fasano – Approfittando di un attimo di distrazione di un cliente che stava riponendo la spesa in auto, gli ha sottratto il passeggino con all’interno il figlio di appena 4 mesi. Il gravissimo fatto è accaduto nel parcheggio di un supermercato di Fasano, in provincia di Brindisi.

La vittima, accortasi subito del fatto, ha inseguito lo sconosciuto, Idabie Sunday, 38 anni, un uomo di nazionalità nigeriana immigrato illegale in Italia.

Sunday ha ha minacciato di portare via con sé il bambino se non gli avesse immediatamente dato un euro. Il genitore, allarmato e spaventato, ha recuperato con la forza la carrozzina e il piccolo, dopo una breve colluttazione senza conseguenze.

20150220-IDABIESUNDAY-220x306A quel punto il nigeriano è fuggito, facendo perdere le proprie tracce. Il fatto risale a mercoledì scorso. Il giorno dopo, giovedì, una pattuglia della Territoriale dei Carabinieri ha perlustrato il parcheggio, accompagnata dal padre del neonato perché riconoscesse il sequestratore, rintracciando così il nigeriano, tornato a chiedere di denaro nel parcheggio del supermercato, come avviene ormai sempre più spesso in tutta italia.

L’uomo è stato sottoposto a fermo con l’accusa di tentata estorsione e trasferito nel carcere di Brindisi. Nei prossimi giorni il Gip deciderà se convalidare il fermo e la custodia cautelare in carcere, anche se il dato emergente è che questo individuo non avrebbe dovuto stare in Italia, dove dimora in modo illegale.

La presenza di immigrati – quasi sempre irregolari – nei parcheggi dei supermercati o a presidiare in modo illegale i punti di sosta come parcheggiatori abusivi sta diventando una piaga in tutto il Paese, con una gradazione di preoccupazione estesa. Se è vero che molte di queste persone si offrono in modo garbato ad aiutare a caricare la spesa o a riporre i carrelli, lucrandone le monete in modo educato, si moltiplicano le segnalazioni di atti di protervia crescente, fino alla violenza minacciata in modo esplicito. Un fenomeno che non può dirsi sottovalutato dalle autorità del ministero dell’Interno, ma solo perché è del tutto inaffrontato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favore “Mi piace” sulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie in anticipo!


Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: