Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Vettel in pole davanti a Webber e Hamilton. La Ferrari insegue con Massa davanti ad Alonso | HORSEMOON POST
F1MotorsportSport

Vettel in pole davanti a Webber e Hamilton. La Ferrari insegue con Massa davanti ad Alonso

McLaren in difficoltà, disastro Williams terzo posto Lewis Hamilton su Mercedes, poi Massa ed Alonso, con una Ferrari lenta sul giro lanciato

 

Sebastian Vettel ha conquistato la pole position del GP d'Australia, primo atto del mondiale di F1 2013 (Foto Infiniti Red Bull Racing)
Sebastian Vettel ha conquistato la pole position del GP d’Australia, primo atto del mondiale di F1 2013 (Foto Infiniti Red Bull Racing)

All’una di questa mattina si sono finalmente concluse le qualifiche che hanno determinato la griglia di partenza del primo GP di F1 della stagione, in programma per oggi sul circuito di Albert Park di Melbourne, in Australia. Sebastian Vettel, su Red Bull RB9, ha centrato una grande Pole position, proprio davanti al compagno di team, Mark Webber.

Il dominio del team di Milton Keynes, almeno sul giro secco, è sotto gli occhi di tutti. La Red Bull, nascostasi per tutto l’arco dei test invernali di Jerez e Barcellona, ha finalmente mostrato tutto il proprio potenziale, destando preoccupazioni nei concorrenti. “Ovviamente non possiamo che essere contenti, ma il GP inizierà tra poche ore e dovremo cercare di fare bene li, confermando i buoni risultati delle qualifiche. È una sorpresa esserci trovati davanti a tutti, non sapevamo in quale posizione avremmo potuto occupare durante i test” ha affermato nel post qualifica il tre volte campione del mondo della Red Bull.

Terza posizione in griglia per Lewis Hamilton, con la sorprendente Mercedes W04. L’inglese di origine caraibica è riuscito a sfruttare al massimo il potenziale della nuova vettura, confermando la sorpresa dei buoni risultati nei test pre-campionato. “Sono contento e sorpreso del nostro risultato – ha dichiarato al temine delle qualifiche – Sapevamo di avere una buona macchina e il risultato ottenuto lo conferma. Sono molto contento, niente da dire!”. L’altro pilota del team di Stoccarda, Nico Rosberg, ha invece conquistato un buon sesto tempo.

Quarta e quinta posizione per le due Ferrari F138 di Felipe Massa e Fernando Alonso, divisi da soli tre millesimi tra loro, ma a oltre un secondo dalla pole di Vettel. Un risultato senza ombra di dubbio deludente, dopo un inverno passato ad elogiare il lavoro in galleria del vento e del comportamento della nuova vettura. Alonso però non fa drammi, pur ammettendo la netta superiorità della Red Bull. “Non siamo andati male, penso inoltre che con il nostro passo gara potremo dire la nostra per un piazzamento a podio – ha detto l’asturiano – Per quanto riguarda la Red Bull c’è poco da dire, sono semplicemente i migliori ed è acclarato”.

Al di sotto delle aspettative le due Lotus E21 di Raikkonen e Grosjean, rispettivamente al settimo e ottavo posto in griglia, anche se il passo gara – con le specifiche Pirelli Medium – è risultato efficace. Il risultato di queste qualifiche non spinge il team di Enstone all’ottimismo. Stesso discorso per la McLaren, vera sosrpresa negativa di questo avvio di campionato – con Button decimo e Perez relegato in quindicesima posizione, eliminato in Q2. I problemi di bilanciamento della Mp4-28 proseguono e il team di Woking non ha ancora trovato contromisure al comportamento instabile dovuto alle sospensioni Pull Rod (a tirante) anteriori., semmai solo palliativi che hanno permesso all’inglese di centrare la top-ten.

Paul Di Resta, rimasto deluso quest’inverno dal mancato approdo in un top team, ha staccato un eccellente nono posto assoluto con la sua Force India che, nonostante i problemi finanziari del patron Mallya, sembra davvero nata bene e il dodicesimo posto colto dal rientrante Sutil ne è prova ulteriore.

Tra i delusi c’è sicuramente la Williams, con Bottas davanti a Maldonado all’esordio (rispettivamente al sedicesimo e diciassettesimo posto in griglia). Buon ritorno di Sutil, con la Force India, mentre in Sauber devono sicuramente rivedere qualcosa, per concretizzare gli auspici dichiarati durante i test pre-stagionali.

Tra poche ore il semaforo rosso si accenderà sulla stagione 2013, ma i protagonisti – almeno in qualifica – sembrano essere gli stessi dei tre anni passati: Sebastian Vettel e la Red Bull. Ci augureremmo maggiore combattimento, anche con l’aiuto delle gomme Pirelli (che i team hanno chiesto durino pochissimo, a favore dello spettacolo), ma se il buongiorno si vede dal mattino…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

@GiacomoRauli

Giacomo Rauli

Studio comunicazione, ho la passione delle auto in ogni forma e maniera. Il mio interesse per il giornalismo mi dà la possibilità di occuparmene. Su THE HORSEMOON POST scrivo di F1, Mondiale Rally e automobili, in fondo è un modo diverso per continuare a giocare con le macchinine...